domenica, Aprile 14, 2024
HomeSportCalcioPalermo-Napoli 0-1... Marika Fruscio dixit!

Palermo-Napoli 0-1… Marika Fruscio dixit!

Al Barbera decide Higuain dal dischetto. Risultato positivo per il Napoli che riesce cosi ad accorciare le distanze con la Juve. La partita è stata dominata dai partenopei che hanno letteralmente schiacciato il Palermo nella propria area. Novellino è troppo fresco di panchina per portare innovazioni tecniche e tattiche nell’organico siculo. Il tecnico dei rosanero opta per il 4-3-2-1 con Quaison tra le linee libero di portare quel poco di estro utile per innescare qualche sterile manovra offensiva. Vazquez, dietro Gilardino, ha il compito arduo di cercare spazi, varchi liberi per gli inserimenti. Niente di più difficile contro un Napoli ben posizionato, tattico, che concede veramente poco. Sarri non prende sottogamba la partita e schiera in campo i titolarissimi, inserendo dall’inizio Allan che rappresenta l’uomo ovunque e soprattutto pedina importante nei recuperi palla e nelle ripartenze offensive. Jorginho, il migliore in campo, riesce a prendere in mano per 90 minuti le redini del gioco, favorendo l attacco con precise verticalizzazioni. Corsa e sacrificio le offrono Callejon ed Hysaj che svolgono un importante lavoro di spinta sulla fascia di competenza, accentrando sempre l’azione a favore degli attaccanti. Idem Ghoulam sulla sinistra. Il Napoli, iper-offensivo, riesce a creare molto e manda in tilt la difesa palermitana che fa fatica a contenere le incursioni di Insigne ed Higuain. Al 22′ Andelkovic atterra Albiol in area. Higuain sigla il suo 27′ goal e, dal dischetto, porta in vantaggio i partenopei.
Il Palermo reagisce con Vazquez che cerca la conclusione sfruttando la bella giocata di Quaison-Gilardino, ma il sinistro a giro viene prontamente deviato da Reina.
RIPRESA:
Il Napoli non abbassa i ritmi e scende in campo con la chiara intenzione di chiudere la pratica, cercando costantemente il raddoppio. Il Palermo affila le unghie per difendere la propria area, cercando la soluzione migliore per ripartire. Le occasioni più pericolose le creano gli azzurri che si avvalgono della freschezza di Mertens, entrato in campo al posto di CallejonMertens interagisce bene con Higuain e le combinazioni tra i due mettono in seria difficoltà la retroguardia sicula. Insigne mette il carico da 100 ed è insidiosissimo sul versante sinistro. I vari tentativi, seppur pericolosi, peccano di precisione ed il Napoli non riesce a trovare la soluzione giusta per chiudere definitivamente i conti. Il risultato, quindi, viene difeso da un buon palleggio e da un egregio possesso palla fino al fischio finale.
Il Napoli porta a casa i tre punti, ma io non son soddisfatta di quanto visto in campo.
Contro un Palermo quasi a terra dovevamo e potevamo fare di più e non ci siamo riusciti. E’ MANCATO CINISMO, PRECISIONE. TROPPI ERRORI contro una squadra che ci ha fatto giocare, che non ha creato problemi. Contro la Roma serve un altro Napoli e non possiamo permetterci di sprecare occasioni. C’e bisogno di maggiore concretezza perché la Roma è un avversario ostico, che non ti lascia giocare, riparte veloce in contropiede ed ha un attacco forte.
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME