Pompei: primo maggio ingressi gratuiti, ma limitati

0

Apertura straordinaria del primo maggio per gli scavi della città: sarà possibile visitare le Domus gratuitamente ma solo per pochi.

Massimo Osanna, direttore generale della soprintendenza, decreta nuove regole per salvaguardare il sito archeologico patrimonio dell’Unesco. Aumento dei vigilantes, dunque, e ingressi bloccati a 15mila per la prima fascia oraria. L’accesso sarà consentito dalle 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 18. Qui l’evento su Facebook.

Lo scopo è quello di regolamentare l’afflusso di visitatori, particolarmente elevato nelle domeniche precedenti, tanto da raggiungere il record di 35mila biglietti staccati, ma anche e soprattutto di garantire la massima sicurezza e salvaguardia delle rovine che hanno fatto la storia. Pompei come anche altri siti archeologici vesuviani (tra cui quello di Oplontis a Torre Annunziata, Ercolano o Boscoreale) che spesso sono stati soggetti a immorali trattamenti.

L’ennesimo provvedimento che, speriamo, almeno stavolta funzioni. Nonostante il divieto di introdurre zaini e bagagli infatti, ricordiamo che lo scorso ottobre dei turisti sono stati sorpresi a rubare frammenti di malta. Stessa situazione nel settembre del 2014.

La memorabile città andata distrutta da un’eruzione del Vesuvio nel ’79 fa gola a molti, è un pezzo di storia non solo al centro dell’interesse archeologico, ma anche di opere artistiche, letterarie e cinematografiche. Dipinti, romanzi e film che raccontano le emozioni e i sentimenti di una domus perduta nel tempo.

Dunque non solo cuore della Campania ma patrimonio dell’intero stivale, e in quanto tale va custodita e beneficiata a pieno.