Porte in stile classico e anticato: guida alla scelta e all’acquisto

0

Scegliere una porta è una cosa ben più difficile di quanto si possa pensare. O meglio, spesso è una scelta che si fa senza pensarci troppo, eppure le porte e gli infissi sono elementi che fanno parte dell’arredo di una stanza, che consentono di darle carattere; in più sono complementi che rimarranno per anni, se non decenni, senza essere sostituiti o modificati. Quindi è bene fare una scelta che possa sopportare senza problemi il passare del tempo.

Come scegliere una porta in stile classico
Partiamo quindi da un presupposto essenziale: le porte andrebbero scelte in modo da risultare in armonia con lo stile di un ambiente o di un’intera abitazione. Sotto questo punto di vista una porta in stile classico è la scelta perfetta per una stanza classica, elegante o lussuosa. Oggi spesso questo tipo di scelta si fa anche in abbinamento ad arredi ultra funzionali e lineari, che ben si abbinano a qualche tocco classico, per le porte o le pavimentazioni. Si pensi ad esempio ad una cucina in stile nordico, abbinata a un parquet in legno naturale e a porte classiche anticate, magari in aggiunta una credenza o un tavolo di antiquariato, o comunque dalle forme in stile con le porte. Il risultato è sicuramente piacevole e porte di questo tipo permettono in futuro di sostituire gli arredi senza compromettere la possibilità di eventuali cambi di stile.

Quale tipologia di porte
L’offerta oggi disponibile di porte in stile classico è molto ampia, non solo per quanto riguarda i pannelli, ma anche per il modello di porta da installare. Chiaramente una porta classica, con delle modanature o degli intagli elaborati, si adatta alla perfezione a una parete con boiserie in stile, nel medesimo colore del pannello della porta. Volendo però si possono utilizzare ante classiche anche a pareti stuccate o con una finitura setosa. Allo stesso tempo oggi le proposte delle aziende che producono porte e infissi offrono materiali originali, quali il vetro, per l’intero pannello o solo per degli inserti. Sono disponibili anche porte da installare filo muro: per i modelli in stile classico sono perfette nel caso in cui si voglia creare una parete divisoria all’interno di un ambiente o una cabina armadio in una camera da letto elegante.

Non pensiamo solo all’esterno
Che si decida di installare una porta in stile classico o moderno, non si deve dimenticare che questo comporta delle specifiche caratteristiche solo per l’aspetto estetico del battente. Particolari lussuosi e classici si possono comunque abbinare a maniglie funzionali e ultra moderne, con un effetto in contrasto che può creare risultati molto gradevoli. Allo stesso tempo è possibile scegliere porte classiche anticate che permettano però di mantenere una perfetta insonorizzazione degli ambienti: lo stile esterno non compromette la possibilità di trovare una porta con tutte le peculiarità che si desiderano per la propria casa. Anche per quanto riguarda la sicurezza, le caratteristiche antincendio o altre peculiarità di questo genere.

I materiali
Il materiale più adatto ad una porta classica è il legno, che può essere mantenuto nei colori di base della singola essenza, oppure laccato nelle tinte che si preferiscono. Oggi si tende a prediligere colorazioni neutre, come ad esempio i toni del bianco, del grigio o del beige; è però possibile trovare porte eleganti e classiche in qualsiasi colorazione. Un altro materiale particolarmente interessante per questo tipo di porte è il vetro, che abbiamo già citato. Lo si può sfruttare anche solo per dei piccoli inserti, come avviene ad esempio nelle porte d’ingresso; allo stesso modo però la porta classica in vetro può essere costituita da un sottile telaio in legno che sostiene una grande lastra centrale.