Premier League, al Manchester City basta una rete di Bernardo Silva per passare il Chelsea di Conte

0

Gli uomini di Guardiola vincono di misura grazie alla rete dell’ex Monaco Bernardo Silva per battere i campioni in carica del Chelsea. Con questa vittoria il City “allunga” sulle inseguici Liverpool e soprattutto dai “cugini” dello United.

Il Manchester City parte subito forte tanto che già nei primi minuti di gioco ha l’occasione di battere il primo calcio d’angolo della gara anche se il Chelsea in qualche modo riesce a liberare la propria area di rigore. Anche nei minuti successivi è un domino assoluto dei citizens con gli uomini di Antonio Conte costretti ad inseguire e aspettare un errore dei padroni di casa. Come prevedibile, la prima grande occasione è del City con Sane (servito da un cross dallo spagnolo David Silva) ma il tiro viene respinto da Courtis. I Guardiola’s boys ci riprovano di nuovo al 19’ con Bernardo Silva il quale prova a sorprendere l’estremo difensore dei blues con un tiro a giro che però termina altro sopra la traversa. Il Chelsea prova a riaffacciarsi nelle zone del Manchester City con una ripartenza di Drinkwater che apre per Moses (poi atterrato da Zinchenko che in seguito verrà ammonito) e terminata con Willian che sotto porta non riesce a calibrare il tiro diventando facile preda del brasiliano Ederson. Quando siamo giunti alla mezz’ora gli uomini di Pep Guardiola falliscono un’altra occasione di passare in vantaggio con Sane (grazie ad un salvataggio in extremis del difensore Azpilicueta) prima e Bernardo Silva poi. Il dominio del City continua fino al termine della prima frazione di gara anche se il Chelsea fallisce quelle poche occasioni avute con Hazard e di nuovo con l’esterno brasiliano Willian.

Nella ripresa si sblocca finalmente la gara a favore del Manchester City grazie alla rete di Bernardo Silva: i citizens battono il calcio d’inizio con Gundogan il quale apre per il Kun Aguero che dopo aver smarcato due difensori dei blues scarica per David Silva che apre per il numero 20 del City mandando quest’ultimo in rete per l’1 a 0 per i padroni di casa. Ma il Chelsea non ci sta a subire tanto che prova la reazione con l’ex Barcellona Fabregas il quale manda in area Moses che però fallisce la prima vera occasione per il Chelsea. Nei minuti successivi anche Gundogan e l’ex Roma Rudiger finiscono nella lista dei “cattivi” dell’arbitro Michael Oliver.  Al 78’ il City, manco a dirlo, si rifà avanti con il solito Sane che dribblando un difensore del Chelsea mette nell’aria di rigore avversario un pallone per Silva, quest’ultimo poi lascia la battuta al giovane De Bruyne che però tira alto. Tra il 78’ e il 89’ entrambi gli allenatori effettuano dei cambi: Antonio Conte fa entrare Giroud, Morata ed Emerson al posto di Willian, Pedro e Hazard; mentre l’ex allenatore del Barça fa entrare i vari Gabriel Jesus, Danilo e il baby Foden al posto di Aguero, Zinchenko e Aguero. L’ultima palla goal del match va al Chelsea con l’ex Fiorentina Marcos Alonso che prova a sorprendere da fuori area il portiere Brasiliano del City. Ma nulla da fare perché il tiro termina di molto sulla sinistra.

Termina con una vittoria del Manchester City il big match dell’Etihad Stadium contro i campioni d’Inghilterra in carica allenati da Antonio conte, con questa vittoria i Citizens allungano a +18 dal Liverpool (uscito vittorioso dalla sfida contro il Newcastle) e a +19 dal Manchester United di Josè Mourinho (impegnato domani sul campo del Crystal Palace); con questa sconfitta i “Blues” si allontana pericolosamente dalla zona Champions rimanendo però attaccato in zona Europa grazie anche alla seconda sconfitta di fila dell’Arsenal contro il Brighton.

 

NESSUN COMMENTO