Allegri-Bonucci, la tensione resta altissima: ecco tutti i retroscena

0
Leonardo Bonucci, fonte By Clément Bucco-Lechat - Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=45172997
Leonardo Bonucci, fonte By Clément Bucco-Lechat - Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=45172997

La Juventus scenderà in campo stasera con il Porto, gara valevole per gli ottavi di finale di Champions League, sul terreno dell’Estadio do Dragao non ci sarà Leonardo Bonucci, punito severamente da Allegri per la lite dei giorni scorsi e spedito in tribuna.

RICOSTRUZIONE- Nel finale del match con i rosanero il difensore aveva avuto un duro battibecco con Allegri, con tanto di insulti e gesti plateali per una scelta non condivisa. Al fischio finale Bonucci si è diretto di corsa negli spogliatoi alla ricerca del tecnico toscano per ottenere un confronto immediato. Il confronto c’è stato, i toni dello scontro verbale sono stati durissimi e la tensione era altissima, non si è giunti comunque a nessuno scontro fisico come ipotizzava qualcuno. Allegri davanti alle telecamere minimizza l’accaduto, ma il giorno dopo a Vinovo i due non si parlano. Prima della partenza per il Portogallo c’è un fitto colloquio a bordocampo tra Allegri e il capitano Buffon, che non riesce a convincere il tecnico che aveva già deciso di spedire il giocatore in tribuna. A Bonucci viene comunicata la decisione, il difensore arriva a Caselle scuro in volto, sa che non scenderà in campo e qualche ora dopo sul terreno del Do Dragao passeggia da solo, amareggiato per l’esclusione. Con Allegri non c’è stato alcun chiarimento, la tensione resta alta e la presenza del giocatore resta in dubbio anche per la sfida con l’Empoli, sarà Allegri a decidere se chiudere o meno il caso schierandolo o meno dal primo minuto.