Amichevoli, l’Italia crolla sotto i colpi di Banega e Lanzini. Martedì sfida contro l’Inghilterra di Kane

0
L'ex Inter Banega durante l'esultanza per il vantaggio dell'Argentina contro L'Italia

nell’amichevole di Argentina-Italia dell’Etihad Stadium Jorge Sampaoli scende in campo con il 4-2-3-1: tra i pali c’è il secondo portiere del Chelsea Caballero; difesa a quattro con Fazio e Otamendi centrali e Tagliafico e Bustos; a centrocampo ci sono il rossonero Biglia con l’ex Roma Paredes; attacco a tre formato da Lo Celso (al posto di Leo Messi lasciato fuori per un affaticamento accusato nell’allenamento di rifinitura) lo juventino Gonzalo Higuain con l’esterno Angel Di Maria. Invece Di Biagio manda in campo quasi la stessa Italia vista nel play-off dello scorso novembre contro la Svezia. Le uniche novità sono l’esterno della Fiorentina Federico Chiesa e l’attaccante del Napoli Lorenzo Insigne.

Inizio equilibrato con entrambe le Nazionali che hanno subito un’occasione ciascuno di concludere a rete anche se i vari Buffon e Caballero riescono a liberare le proprie aree di rigore senza problemi. Qualche minuto dopo la Nazionale allenata dal neo commissario tecnico Gigi Di Biagio prova ad impensierire l’estremo difensore dell’Argentina sugli sviluppi di un calcio di punizione che però Parolo fallisce mandando il pallone alto sopra la traversa. Ma la vera prima palla goal del match è della Nazionale Albiceleste con il difensore del Manchester City Otamendi: su un calcio d’angolo battuto da Di Maria, il centrale dei Citizens anticipa di testa tutta la retroguardia azzurra ma il portiere della Juventus è attento e para. L’Italia ci prova di nuovo con Insigne (servito da Immobile) prima e Federico Chiesa (servito dal romanista Florenzi) poi. Ma nulla la gara resta ferma sullo 0-0.  Giunti alla mezzora il copione non cambia nonostante l’Italia e argentina hanno altre due occasioni per “sbloccarla”. Prima della fine della prima frazione però gli uomini di Jorge Sampaoli vanno vicinissimi al vantaggio con il “pipita” Higuain (servito dall’esterno del Paris Saint Germain Di Maria) ma l’estremo difensore bianconero respinge.

A inizio ripresa la partita si accende con l’Italia che va vicinissima a sbloccare la gara con Lorenzo Insigne: da una distrazione in mezzo al campo dell’Argentina, l’attaccante napoletano della Lazio manda in area di rigore il numero 10 azzurro che però davanti all’estremo difensore argentino manda il pallone alle spalle della porta. Appena un 1’ dopo ci prova l’Argentina con Di Maria il quale pesca nell’area azzurra Lanzini, quest’ultimo di testa manda il pallone alto da ottima posizione. Tra il 61’ e il 64’ entrambi i commissari tecnici danno il via ad una serie di cambi: per l’Italia entrano Pellegrini, Zappacosta e Candreva al posto di Florenzi, Chiesa e Parolo; mentre per l’Argentina entrano Banega e Perotti al posto di Paredes e Di Maria. In questa fase l’Italia sembra crederci anche se non è molto precisa nei pressi dell’area di rigore dell’albiceleste anche se la stessa ha due ottime occasioni con Higuain prima e Perotti dopo. In questa amichevole c’è spazio anche per gli esordienti Cutrone (al posto di Immobile) e Cristante (al posto di Veratti). La gara si sblocca al 75’ con Banega (servito da Lo Celso) che dall’immite dell’area insacca il portierone azzurro portando in vantaggio la propria Nazionale. Gli azzurri provano disperatamente di accelerare per provare riportare la gara in equilibrio con Patrick Cutrone (lanciato da Rugani) ma il guardalinee Betts Lee gli nega l’azione per un presunto fuorigioco dello stesso attaccante rossonero. Verso la fine della gara l’argentina chiude la gara raddoppiando con Lanzini: da un contropiede dell’albiceleste, Higuain manda in area di rigore il giocatore del West Ham il quale con il destro manda il pallone nell’angolino basso della porta difesa dal Buffon.

Finisce con una sconfitta la prima uscita dell’Italia dopo la sconfitta contro la Svezia che è costato agli azzurri l’esclusione del Mondiale in Russia il prossimo giugno. Martedì prossimo a Londra gli uomini di Gigi di Biagio affronteranno l’Inghilterra di Harry Kane.