Ammutinamento Napoli, tutto sarebbe nato da un gesto di Allan

0
Allan | Fonte Google immagini: contrassegnate per essere riutilizzate

La decisione di interrompere il ritiro dopo la partita contro il Salisburgo ha creato il caos in casa Napoli. La società azzurra, per il momento, non ha preso ancora una decisione ufficiale su cosa fare con i calciatori che hanno disobbedito, ma, Aurelio De Laurentiis starebbe pensando ad un mega multa per tutta la squadra e cessione dei leader al termine della stagione.

Secondo quanto evidenziato da Si Gonfia La Rete, il tutto sarebbe nato da Allan. Il calciatore, infatti, avrebbe chiesto alla dirigenza di tornare a casa perché sua moglie, Thais, è incinta del terzo figlio.

La dirigenza azzurra, quindi, avrebbe acconsentito al giocatore di lasciare il ritiro firmando un documento. Allan, però, si sarebbe impuntato ed avrebbe deciso di andare via senza firmare niente.

Da quel momento, tutto sarebbe degenerato, con Insigne e Mertens che avrebbero seguito il calciatore e sarebbero andati via.

Anche il resto della squadra, infine, ha deciso di assecondare i leader dello spogliatoio. Il tutto, comunque, sarebbe potuto essere risolto in modo pacifico all’interno dello spogliatoio senza far filtrare notizie al di fuori. La mancanza di una società stile Juventus, però, si è sentita. Cose del genere, infatti, non sono ammissibili da parte di una società di Serie A che lotta per lo Scudetto e per gli Ottavi di Champions League.