Calciomercato Inter, Rice toglie il posto a Kanté: Inter è il momento di agire!

0
N'Golo Kanté, fonte By Кирилл Венедиктов - https://www.soccer.ru/galery/1042075/photo/718659, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=71195273
N'Golo Kanté, fonte By Кирилл Венедиктов - https://www.soccer.ru/galery/1042075/photo/718659, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=71195273

Il rumor di mercato secondo cui il Chelsea sarebbe ormai ad un passo dall’ingaggio di Declan Rice di fatto estromette dai giochi per una maglia da titolare il francese N’Golo Kanté, obiettivo da tempo dell’Inter. Una notizia che porta nuovo entusiasmo negli ambienti nerazzurri dopo la totale chiusura del club londinese a trattare il suo tesserato per meno di 50 milioni di euro.

Lampard ha scelto e a costo di rischiare una violenta impopolarità, per la prossima stagione affiderà al giocatore del West Ham le chiavi del suo reparto centrale. Nonostante, infatti, un affollamento indiavolato a centrocampo, il coach dei Blues si affiderà al ventunenne Rice, talentino home made della formazione dei docks di Londra, fresco anche di chiamata nella Nazionale dei Tre Leoni.

Una scelta rischiosa visto che in quelle zone il Chelsea può contare su un drappello di uomini di prim’ordine come: Jorginho, Kovacic, Loftus-Cheek, Barkley oltre ai giocatori già ufficialmente sul mercato: Bakayoko, Drinkwater e Van Ginkel.  N’Golo Kanté sarebbe quindi il sesto per gradimento del tecnico, non certo la posizione preferita da chi, come il transalpino punta forte ad essere ancora protagonista in un club così come in Nazionale.

La notizia, come detto, potrebbe essere salutata con estrema felicità a Milano, sponda nerazzurra, ritrovandosi un Kanté a prezzo di saldo dopo mesi passati ad abbassare le pretese Blues. Per far fronte ai quasi 70 milioni con cui il West Ham quota il talentino delle sue giovanili, Abramovich dovrà per forza di cose dimostrarsi più aperto alle proposte che gli arrivano dai nerazzurri.

L’Inter per ora nicchia e aspetta il momento giusto per sferrare l’assalto definitivo. La sensazione è che tutta la situazione potrebbe sbloccarsi sulla base di un fisso da 30 milioni di euro e una parte legata ai bonus che innalzi l’offerta fino a quaranta milioni. Per il giocatore è già pronto un quadriennale da cinque milioni di euro, condizioni già accettate dai suoi agenti e da lui stesso di recente.