Caos Ferrero: altri prodotti ritirati dal mercato

0

Quasi un mese sono stati ritirati dal mercato internazionale alcuni prodotti poiché erano a rischio di salmonella. Inizialmente sembrava un caso circoscritto in Gran Bretagna e in Irlanda, ma dopo di che altri focolai sono esplosi in altri paese europei come la Francia.

I casi per intossicazione sembrano siano stati quasi 150; di conseguenza l’azienda ha ordinato l’immediato ritiro di questi prodotti:

  • Kinder Sorpresa T6 Pulcini
  • Kinder Sorpresa Maxi 100g Puffi e Miraculous.
  • Peluche coniglio Mini Max contenente Kinder Schoko Bons (peso 46g), tutti i lotti, prodotti nello stabilimento Ferrero di Arlon (Belgio); marchio di identificazione dello stabilimento 03;Z
  • Kinder Happy Moments (peso 162gr), lotti L326RGF e L347RGF; marchio di identificazione dello stabilimento IT 0445 31 60 618.

La vicenda è cominciata precisamente il 6 aprile 2022 con la decisione della Food Standards Agency di ritirare alcuni lotti di ovetti Kinder Ferrero prodotti in Belgio, per sospetta contaminazione microbica da Salmonella nel cioccolato. I casi riguardavano per la maggior parte bambini dall’età di 4 anni.

La situazione attuale non è del tutto migliorata, visto che è stato ordinato il ritiro di ulteriori prodotti:

  • alcuni lotti di Kinder Schoko-Bons
  •  Kinder Happy Moments Minimix (confezione da 162 grammi)
  • Peluche Coniglio Maxi Mix contenente Kinder Schoko Bons (confezione da 133 grammi)

La Ferrero sta collaborando con il Ministero della Salute italiano e non solo, affinché questi lotti non siano più prodotti al pubblico e in una nota aggiunge: “L’azienda invita chiunque abbia acquistato e non ancora consumato il prodotto Kinder Schoko-Bons, nelle date di consumo preferenziale suddette, a non consumarlo, a conservarlo e quindi a contattare il servizio clienti al numero verde 800 90 96 90. Questa decisione volontaria e precauzionale è in linea con i valori che da sempre guidano il Gruppo Ferrero, quali la massima priorità alla tutela del consumatore, alla qualità e alla sicurezza alimentare dei propri prodotti”.