Champions League, il Napoli “affonda” contro il Real Madrid

0

Il Napoli torna a casa con la sconfitta per 3-1 a Madrid che ora “compromette” la qualificazione in Champions. Gli uomini di Sarri erano partiti alla volta di Madrid con il “supporto” di tanti tifosi (molti dei quali erano partiti da Napoli per assistere al match); addirittura nella capitale spagnola c’era anche “el pibe de oro” che prima della gara era entrato nello spogliatoio azzurro per incoraggiarli. Ma tutto questo “entusiasmo” non è bastato al Napoli per riuscir a “strappare” un buon risultato per qualificarsi. Al ritorno i partenopei dovranno riuscire a realizzare “un’impresa” sportiva per tentare in qualche modo di cercare  di “compromettere” il risultato che ora è a favore dei campioni d’Europa in carica.

La partita è iniziata subito con Benzema (servito da Cristiano Ronaldo) all’interno dell’area di rigore azzurra ha provato a “spaventare” il Napoli, ma Reina attento ha respinto senza problemi. Diversi minuti dopo ci ha pensato Lorenzo Insigne  ad “ammutolire” il Santiago Bernabeu: approfittando che il portiere Keylor Navas si trovasse fuori posizione, il nazionale italiano con un velenoso tiro dalla distanza ha realizzato il goal del vantaggio per la squadra di Maurizio Sarri. Ma il vantaggio della squadra italiana dura fino al 18′ quando il francese Benzema insacca di testa a distanza ravvicinata il portiere spagnolo del Napoli. Al 28′ CR7 si divora un goal sotto porta tirando il pallone alto. La prima frazione di gioco si chiude con le squadre ferme sul 1-1

Nella ripresa il Real Madrid mette il sigillo finale sul match che gli permettere di mettere le mani su mezza qualificazione (già ipotecata) grazie ai goal di Kroos prima e Casemiro poi. Il tedesco dal limite dell’area di rigore riesce a “sorprendere” e “trafiggere” Reina; il brasiliano in goal con un gran tiro di destro al volo da fuori area. Al 68′ il Napoli fallisce l’occasione di portare la partita sul 3-2 con il Belga Dries Mertens, quest’ultimo era “irriconoscibile” rispetto alle partite giocate in campionato e in coppa Italia. Nei minuti finali gli azzurri in qualche modo sono riusciti ad “evitare” di subire ulteriori goal dal Real Madrid che si era affacciato in avanti con James RodríguezMarcelo.

Il club azzurro dopo questa sconfitta è tornata “con i piedi per terra” anche se ha giocato la prima parte di gara da “grande” squadra. Poi il gelo. Gli uomini di mister Sarri nel corso della partita ha sofferto e non poco le ripartenze e il gioco dei “blancos”. Molti dei giocatori azzurri che erano in campo (ma come se non ci fossero) come i vari Koulibaly, Ghoulam, Zielinski, Diawara, Callejon e soprattutto Mertens hanno sbagliato troppo. Si spera che al ritorno il Napoli in casa “supportato” dai tifosi possa perlomeno fare una buona prestazione davanti al suo “pubblico” visto che ora le speranze per loro di passare il turno sono veramente poche.