Champions: Roma ancora follie, ma vince 3-2

0

Novanta minuti pazzi, proprio come due settimane fa a Leverkusen, ma con un finale diverso, infatti ieri sera all’Olimpico la Roma è riuscita a vincere per 3-2, proseguendo il sogno di qualificarsi per gli ottavi della maggiore competizione europea per club. I giallorossi sono scesi in campo con la seguente formazione: Szczesny, Florenzi, ( 11′ s.t. Maicon, 31′ s.t.Torosidis) Manolas, Rudiger, Digne, Pjanic, De Rossi, Nainggolan, Salah, Dzeko, Gervinho ( 23? s.t. Iturbe). La Roma parte molto bene ed al secondo minuto di gioco è già in gol, con Salah, con il più classico dei contropiede, marchio di fabbrica dell’egiziano, per poi raddoppiare con il centravanti Dzeko al minuto 29, con una azione simile alla precedente. I padroni di casa chiudono senza affanno la prima frazione di gioco. Nella ripresa, nell’arco di soli sei minuti, la musica cambia ed i tedeschi raggiungono il pareggio. Solo un netto rigore calciato da Pjanic, per fallo su Salah, porta alla vittoria la Roma, nell’occasione del rigore viene espulso Toprak, per il fallo commesso a mezzo metro dalla linea di porta. Da notare gli infortuni a Florenzi e Maicon in vista del derby con la Lazio. Nonostante la preziosa vittoria, la Roma, conferma ancora una volta, che in Europa non ha ancora raggiunto quegli equilibri necessari per soffrire meno, comunque è andata bene; con avversari di altra levatura non l’avrebbe scampata. Adesso la strada per i quarti di finale è ancora aperta, ma Garcia ed i suoi devono cambiare registro e mostrare maggior attenzione nel gestire il risultato, una volta in vantaggio.