Christian De Sica racconta: “Stavo perdendo la vista, De Laurentiis mi ha salvato”

0
De Laurentiis
Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis

Christian De Sica, celebre attore romano conosciuto soprattutto per il genere dei cinepanettoni, nelle ultime ore ha rilasciato interessanti dichiarazioni ai microfoni del Messaggero.

Tra le tante parole dell’attore vi è un particolare aneddoto che lo vede protagonista insieme ad Aurelio De Laurentiis, presidente della SSC Napoli e produttore cinematografico. Stando a quanto riportato da De Sica infatti all’attuale presidente azzurro l’attore deve addirittura la vita. Ecco dunque le sue parole:

“Uno mi brucia ancora: non mi hanno permesso di fare La porta del cielo, il film sulla storia d’amore tra mio padre Vittorio e mia madre Maria. Erano gli anni d’ oro dei cinepanettoni e i produttori non riuscivano a vedermi al di fuori delle commedie.”

“In questo Paese se fai bene il cowboy, devi farlo per sempre. Nel 2000, quando un petardo di Capodanno mi esplose in faccia mettendomi fuori uso l’ occhio destro, dovevo fare Un americano a Roma al Sistina e più di un collega si precipitò da Garinei dicendo: De Sica ormai è cieco, prendo io il suo posto.”

“Ma dopo 9 operazioni tornai in pista e lo spettacolo fu un enorme successo. Il ricordo più brutto della mia vita. Ma grazie alla tempestività di mia moglie e di Aurelio De Laurentiis, da Cortina fui portato immediatamente all’ospedale e salvato