Clamorosa richiesta di Simeone a Morata: “Non devi salutare nessun amico!”. Ecco cos’è successo negli spogliatoi

A poche ore dalla sconfitta dell'Atletico contro la Juventus spunta un retroscena relativo a Simeone e Morata, ecco cos'è accaduto...

0
Álvaro Morata, fonte Di Кирилл Венедиктов - https://www.soccer0010.com/galery/1022983/photo/691940, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=64072895
Álvaro Morata, fonte Di Кирилл Венедиктов - https://www.soccer0010.com/galery/1022983/photo/691940, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=64072895

Tra i protagonisti più attesi della sfida di ieri c’era sicuramente Alvaro Morata, su cui gravava il peso dell’attacco dell’Atletico Madrid dopo la squalifica di Diego Costa.

L’attaccante spagnolo è stato uno dei migliori tra i suoi ma ha fallito un colpo di testa nel recupero del primo tempo dopo un pericoloso svarione di Leonardo Bonucci, se avesse segnato avrebbe probabilmente regalato la qualificazione ai suoi.

E proprio a poche ore dalla sfida dello Stadium è venuto fuori un insolito retroscena sull’attaccante spagnolo e su Diego Simeone. Prima della gara c’è stato un colloquio tra il tecnico e Morata nella quale è stato assolutamente vietato al giocatore di intrattenersi con ex compagni e addirittura di salutarli.

In questo modo Simeone avrebbe cercato di caricare a mille il giocatore: niente visite di amici nel giorno della partita, nessuno scambio affettuoso con i tifosi bianconeri in caso di incrocio più o meno casuale, nessun segno di pace con i nemici per una notte.

E in effetto il comportamento dello spagnolo è stato impeccabile, tanto da suscitare lo stupore di alcuni suoi ex compagni. Nonostante ciò l’attaccante non è riuscito ad incidere e regalare la qualificazione ai suoi.