Il coming out di Willwoosh spopola sul web

Applausi per l’originale coming out dello youtuber Guglielmo Scilla, in arte Willwoosh

0
Guglielmo Scilla/Willwoosh. Fonte Wikipedia.
Guglielmo Scilla/Willwoosh. Fonte Wikipedia.

Sono numerosi i volti celebri che decidono di fare coming out, rendendo pubblico il proprio orientamento sessuale, tra gossip e polemiche.

E’ ciò che è successo anche in questi giorni con lo youtuber Guglielmo Scilla, conosciuto come Willwoosh, che ha deciso di dichiarare la sua omosessualità caricando un video di poco più di un minuto sul suo canale Youtube. Ma facendolo in maniera del tutto nuova e geniale.

Per i pochi che ancora non lo conoscono, Guglielmo, ventinovenne, ha iniziato come youtuber nel 2009, raggiungendo presto una grande popolarità. Ha intrapreso poi la carriera di attore recitando in alcune serie tv e commedie come 10 regole per fare innamorare e Fuga di cervelli. Ha scritto alcuni libri, condotto una trasmissione radiofonica su Radio Deejay e a breve lo vedremo tra i concorrenti della 6ª edizione di Pechino Express.

Appena ieri, Guglielmo è tornato su Youtube con il video a sorpresa del suo coming out ed è già boom di commenti. Il ragazzo si mostra di fronte la telecamera e decide di elencare 10 cose che gli piacciono e 10 cose che non gli piacciono; una tipologia di video molto comune tra gli youtuber. Ma, nell’elenco di cose che gli piacciono, tra il rumore della pioggia e il sushi, nomina anche il c***o. Allo stesso modo, tra le cose che non gli piacciono ci sono il caldo, i marsupi e la f**a. Un saluto generale e fine del video.

Una scelta assolutamente originale ma soprattutto di grande importanza per il processo di accettazione della comunità LGBT. La nonchalance con la quale Guglielmo elenca ogni cosa, inserendo nel discorso due elementi a cui la gente dà comunemente un peso molto più rilevante, porta quindi a percepire il tutto come qualcosa di semplice e ordinario. Il suo orientamento sessuale è pari a “mi piacciono i libri, non mi piace l’ingiustizia” e quindi non c’è motivo di parlarne oltre. Come, onestamente, non ci importa più di tanto che a Willwoosh piaccia Londra, allo stesso modo non dovrebbe poi importarci tanto della gente con cui desidera andare a letto.

Può sembrare un paradosso, perché siamo proprio qui a parlarne, ma la verità è che qui non si sta ponendo l’accento sulla sua omosessualità ma sulla possibilità di concepire questa, un giorno, come qualcosa di naturale, in una società, come quella italiana, ancora profondamente radicata nei tabù, nei moralismi e nell’omofobia. E quale miglior modo se non cominciare a parlarne in maniera sincera, naturale e ironica? Un conciso video che racchiude in sé un significato e un’intenzione molto più profondi. Bravo Guglielmo!