Coronavirus, ancora contagi 0 per la Campania: ecco cosa riparte da oggi

Tutti i dettagli sulla nuova ordinanza n.55 firmata ieri dal Governatore De Luca

0
Napoli. Foto di Google Contrassegnata per essere riutilizzata

I NUMERI – Ieri sera è arrivato, come ogni giorno da inizio pandemia, il bollettino da parte dell’Unità di Crisi della Regione Campania, che fornisce indicazioni sull’aumento giornaliero dei casi positivi al Covid-19, e la notizia è stata più bella che mai: per il secondo giorno consecutivo il numero di nuovi casi nel territorio regionale è stato 0.

Attualmente dunque, dall’inizio dell’epidemia, in Campania si sono registrati 4.822 casi di Coronavirus, di cui attualmente positivi solo 774. I dati incoraggianti hanno consentito al Governatore Vincenzo De Luca di firmare un’ordinanza che dispone, a partire da oggi, la riapertura di diverse attività.

L’ORDINANZA – A decorrere dal 5 giugno e fino al 31 luglio 2020 è consentita la ripresa delle seguenti attività:
a) guide turistiche e rifugi montani, con osservanza del protocollo.
b) aree gioco per bambini e ludoteche e servizi per l’infanzia e l’adolescenza (compresi campi estivi e oratori).
c) cinema all’aperto, drive in e spettacoli all’aperto, nella stretta osservanza del Protocollo;
d) attivazione di corsi di lingue, di laboratori di formazione e altre attività formative o ricreative presso i circoli culturali e ricreativi, nel rispetto del protocollo.

È inoltre consentita l’attivazione delle piscine condominiali, nella stretta osservanza del Protocollo già vigente per le piscine pubbliche ed aperte al pubblico
– Fino al 30 giugno 2020, l’orario di chiusura degli esercizi commerciali è fissato, limitatamente ai fine settimana (venerdì- domenica), alle ore 02,00.
– Rimane il divieto di vendita di alcolici con asporto oltre le ore 22.
È fatta salva la possibilità di musica- anche dal vivo- negli esercizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, etc.), ma resta confermato il divieto di assembramenti e di balli, all’aperto o al chiuso.
A decorrere dall’8 giugno e fino al 31 luglio 2020, è consentita la ripresa delle seguenti attività:
a) feste di matrimonio e altre cerimonie, nella stretta osservanza del Protocollo;
b) organizzazione di meeting e congressi.
– Sono revocate le seguenti misure, disposte con l’Ordinanza n.54 del 2 giugno 2020 in merito agli imbarchi per le isole del golfo: l’obbligo di imbarcarsi unicamente con traghetti di linea e dalle sole stazioni di Napoli Porto di Massa e Pozzuoli e l’obbligo della prenotazione online almeno 24 ore prima della partenza;
– con riferimento agli Spostamenti infraregionali, l’obbligo per i viaggiatori di imbarcarsi unicamente con traghetti e aliscafi di linea dalle stazioni di Napoli Porto di Massa, Napoli Beverello, Pozzuoli, Castellamare di Stabia e Sorrento e l’obbligo di presentarsi all’imbarco almeno un’ora prima della partenza, per consentire i controlli.
– Viene dato mandato all’Unità di Crisi regionale di elaborare il Protocollo recante misure per la riapertura in sicurezza delle sale da gioco autorizzate e consimili, in tempo utile alla riapertura a partire dal 15 giugno 2020, nonché per lo svolgimento di sagre e fiere.