Covid, le zone gialle non saranno ancora ripristinate: speranza dal 3 maggio?

0
DAVOS/SWITZERLAND, 25JAN13 - Mario Draghi, President, European Central Bank, Frankfurt is captured during the special address session at the Annual Meeting 2013 of the World Economic Forum in Davos, Switzerland, January 25, 2013. Copyright by World Economic Forum swiss-image.ch/Photo Remy Steinegger

Il Coronavirus continua ad essere presente in Italia e nel mondo. Ad oltre un anno dallo scoppio della pandemia, la situazione non è cambiata, con il vaccino che rappresenta l’unica arma contro il virus.

Per questo motivo si sta cercando di accelerare la campagna vaccinale, con le somministrazioni che dovrebbero raggiungere le circa 500 mila al giorno.

Purtroppo, però, non arrivano buone notizie per tutti coloro che aspettavano delle riaperture da metà aprile con il ritorno della zona gialla.

Fonti del Governo, infatti, fanno sapere che da Draghi e dal suo esecutivo, al momento, non sembrano esserci passi indietro, con la zona gialla che non dovrebbe ritornare prima del mese di maggio.

I contagi, infatti, sono ancora troppo alti per consentire la riapertura di quasi tutte le attività e il libero passeggio delle persone. L’obiettivo del Governo è far passare prima tutto il mese di aprile e le annesse feste e poi consentire qualche riapertura dal prossimo 3 maggio.