Dalla sicurezza al lavoro ibrido: le tendenze tecnologiche per il 2022

0

Il 2022 è appena iniziato ma già è possibile ipotizzare diversi scenari legati alle evoluzioni tecnologiche che troveranno ampio spazio in questo nuovo anno. Le innovazioni riguarderanno diversi aspetti, legati per esempio alle modalità lavorative così come alla cybersecurity e al miglioramento delle esperienze online, il tutto a vantaggio degli utenti finali. Ecco dunque cosa attendersi nei prossimi mesi.

Sicurezza digitale: un obiettivo centrale per chi opera online

Il tema della sicurezza online ha assunto un valore sempre più centrale in questi anni, anche in virtù del crescente aumento dei dati circolanti in rete e delle transazioni monetarie. Truffe e furti sono all’ordine del giorno sul web, ma gli investimenti sulla cybersecurity stanno garatendo anno dopo anno soluzioni sempre più avanzate ed efficaci per tutelare gli utenti, compresi quelli meno avvezzi alla tecnologia.

È inevitabile, dunque, che uno dei trend di questo nuovo anno sarà proprio l’aumento dei livelli di sicurezza all’interno dei progetti digitali, che si tratti di strumenti lavorativi, app bancarie o sistemi di intrattenimento e gioco. Proprio quest’ultimo settore e in particolare gli operatori del comparto casino, in realtà, hanno fortemente contribuito negli scorsi anni al miglioramento dei livelli di sicurezza delle operazioni grazie all’adozione di sistemi sempre più innovativi.

Garantendo massima protezione dei dati personali e di pagamento e proposte allettanti, come i  bonus senza deposito per testare gratuitamente i servizi proposti, i casino digitali sono stati protagonisti di importanti miglioramenti, pian piano estesi anche ad altri ambiti. Sicurezza delle transazioni e politiche di marketing sempre più user-oriented hanno infatti favorito il boom dei casino online, aprendo dunque a un nuovo modo di intendere il servizio agli utenti dal punto di vista dell’esperienza d’uso a 360 gradi.

 Lavoro ibrido, nuove soluzioni per essere sempre più smart

Già negli scorsi mesi abbiamo assistito a un radicale cambiamento nelle modalità lavorative, con il crescente ricorso allo smart working, sia per esigenze legate all’emergenza sanitaria per il Covid-19 che per motivazioni di natura organizzativa all’interno delle aziende. Con il nuovo anno, e nella prospettiva di veder diminuire l’impatto del Coronavirus sulle nostre vite, sembra facilmente prevedibile un aumento del cosiddetto lavoro ibrido, che cioè combina in maniera equilibrata presenza fisica e lavoro da remoto.

Ben compresi i vantaggi del lavoro a distanza in termini di riduzione dei costi e di maggiore soddisfazione da parte degli stessi dipendenti, le imprese sono infatti sempre più orientate a scegliere soluzioni flessibili, così da non perdere questa importante opportunità. Chiaramente, il minor impatto del Covid-19 dovrebbe favorire un maggior ricorso alla presenza di personale all’interno di uffici e sportelli aperti al pubblico, ma appare chiara la tendenza a scegliere un’impostazione mista così da combinare i benefici di entrambe le opzioni. Insomma, un nuovo modo di intendere il lavoro che possa garantire vantaggi per tutti i soggetti coinvolti all’interno della catena di valore.

5G e cloud evoluto: un’imperdibile opportunità per migliorare i servizi offerti

Un altro probabile trend dei prossimi mesi è quello legato all’evoluzione del cloud, un processo strettamente legato alla diffonde Il 5G sul territorio nazionale e globale. Gli investimenti effettuati negli scorsi anni sul miglioramento della rete dovrebbero finalmente mostrare i primi frutti, grazie a scambi di dati sempre più veloci e alla possibilità di migliorare sensibilmente la qualità dei servizi offerti a tutti i livelli.

In questo senso, il cloud evoluto rappresenta un’incredibile opportunità per le organizzazioni aziendali, che potranno così crescere e mettere in campo soluzioni in grado di soddisfare appieno le richieste degli utenti. Una maggiore velocità che si traduce in una maggiore efficienza sotto ogni punto di vista lungo l’intera filiera.

 La nuova internet e le migliori prestazioni della rete

I diversi aspetti descritti in precedenza non potrebbero avere senso senza il ricorso alla nuova concezione di rete internet, così come evidenziato anche dai vertici di Cisco Italia. La nuova rete sarà in grado di ottimizzare le prestazioni, anticipando eventuali guasti e problematiche e dirottando via via il traffico dati sulle aree meno congestionate, così da garantire una maggiore velocità complessiva.

Saremo di fronte, inoltre, a una rete internet più intelligente e capace di comprendere e anticipare le esigenze dei clienti, fino ad arrivare a soluzioni on demand a elevato livello di personalizzazione. Una profonda trasformazione che avrà un fortissimo impatto sul miglioramento dell’esperienza d’uso da parte dei singoli utenti, business o privati che siano.