De Sciglio: “Potevo andare al PSG. Futuro? Vorrei restare al Lione”

L'ex terzino della Juventus ha parlato della sua avventura in Francia e del suo futuro

0
Mattia De Sciglio, fonte By Clément Bucco-Lechat - 投稿者自身による作品, CC 表示-継承 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=45173013
Mattia De Sciglio, fonte By Clément Bucco-Lechat - 投稿者自身による作品, CC 表示-継承 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=45173013

Mattia De Sciglio, terzino classe 1992 del Lione e della nazionale italiana, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di “20 minutes”, in cui si è soffermato sul mancato trasferimento al PSG, sull’attuale avventura e sul futuro. Le parole:

“Se potevo finire al PSG in cambio di Kurzawa? Sì, è vero. Stavo per firmare col Psg ma poi il tutto non è andato a buon fine per decisione della Juventus. Sono arrivato all’OL e sono molto felice di esserci. Se ho parlato con Grosso, l’ultimo italiano che ha giocato al Lione? Sì, mi ha detto che era innamorato della città e di tutto. Anche per questo ho detto sì alla proposta. Volevo proprio vivere un’esperienza all’estero e devo ringraziare il Lione.

La stagione al Lione? Stiamo vivendo una grande stagione e vedremo quanto lontano si arriverà. Abbiamo perso qualche punto importante ma dobbiamo restare concentrati solo su noi stessi. Vedremo cosa ci diranno questi scontri diretti contro Psg, Lille e Monaco. Faremo del nostro meglio per vincere il campionato, ma non dobbiamo perdere di vista che il nostro obiettivo principale è la qualificazione europea.

Differenze tra Serie A e Ligue 1? Devo dire che in Francia c’è meno tattica. In Italia in tutti gli allenamenti si fa molta più tattica mentre qui no. Si pensa più ad un allenamento ‘dinamico e divertente’. Poi ho notato che le squadre francesi hanno meno paura a lanciare i giovani calciatori rispetto all’Italia.

Il mio futuro? Vorrei restare qui. Ma so che dipende da me, dal Lione e dalla Juve. Vedremo cosa accadrà al termine dell’annata”.