Frustrazione Juve, sale la tensione: nuovo confronto nello spogliatoio

Malumore e mancanza di serenità nello spogliatoio di Sarri. Nuovo colloquio tra i giocatori

0
Juventus, fonte Pixabay
Juventus, fonte Pixabay

Non sta vivendo un periodo certamente positivo la Juventus di Maurizio Sarri, che nell’ultimo turno di campionato ha sprecato il primo match point scudetto perdendo per 2-1 alla Dacia Arena con l’Udinese. La squadra bianconera sarà chiamata a battere la Sampdoria domani sera allo Stadium per laurearsi matematicamente campione.

Nel frattempo, però, nello spogliatoio bianconero il clima non è dei più sereni, tra i giocatori c’è malumore e con il passare del tempo sale la frustrazione per i risultati tutt’altro che positivi dal rientro post pandemia.

Stando a quanto riportato da Il Corriere dello Sport, a seguito della sconfitta di Udine c’è stato l’ennesimo confronto interno per cercare di analizzare i problemi e porvi rimedio. Un faccia a faccia necessario per capire cosa c’è che non va e cercare la svolta.

La tensione all’interno dello spogliatoio è evidente, ma la squadra ha compreso che per uscirne è necessaria la collaborazione di tutti. L’obiettivo in casa Juve è quello di conquistare lo scudetto già domani e arrivare con serenità alla sfida di ritorno degli ottavi di Champions con il Lione.

Da quella gara dipenderà molto del futuro di Maurizio Sarri, sempre più in bilico e obbligato a trascinare la squadra il più avanti possibile in Europa per guadagnarsi la conferma.