Gazzetta dello Sport – Esonero Sarri, frizioni con Ronaldo e Chiellini: i motivi

0
Maurizio Sarri. Font. foto Instagram

La vittoria del nono scudetto non è bastato a Maurizio Sarri per essere confermato come tecnico della Juventus. L’ex Napoli, infatti, è stato esonerato il giorno dopo la vittoria, inutile ai fini del passaggio del turno, per 2-1 contro il Lione dell’ex allenatore della Roma, Rudi Garcia.

Dalle notizie trapelate, ad Agnelli non è mai piaciuto troppo Sarri, vuoi per il suo modo di comunicare, vuoi anche per lo scarso gioco mostrato quest’anno. La sconfitta contro un Lione più che abbordabile è stata la goccia che ha fatto quindi traboccare il vaso: Sarri esonerato, e Andrea Pirlo chiamato a sostituirlo, già tecnico dell’under 23 e alla prima esperienza in serie A.

I sopracitati, comunque, non sono gli unici motivi della rottura. C’entra anche un rapporto mai decollato con la squadra, salvo poche eccezioni, Dybala e Cuadrado su tutti. Come fa sapere la Gazzetta dello Sport, infatti, ci sarebbero stati frizioni soprattutto con Cristiano Ronaldo e Giorgio Chiellini.

Al fenomeno portoghese, l’aspetto della tattica dell’ex Empoli non è mai piaciuto, scrive la rosea. Mentre Chiellini non ha mai gradito il suo stile in questi mesi.

Un addio amaro quindi quello di Sarri. Dei suoi, ormai ex, giocatori soltanto Bonucci lo ha salutato con un post sui social, sintomo proprio, come accennato, di un rapporto mai instaurato con gran parte della rosa.