Honda, veleno sul Milan: ” troppi cambi, le cose non vanno “

0

Troppi avvicendamenti sulla panchina, acquisti sbagliati, poca chiarezza. Questi, in sintesi, i pensieri di Keisuke Honda che ai microfoni dell’ emittente giapponese Kyodo News, non le ha mandate a dire sul Milan e gli ultimi anni bui della società: ” Il Milan stava attraversando un periodo difficile quando sono arrivato e sapevo a cosa sarei andato incontro. E’ stato Allegri a volermi al Milan, ma quando arrivai la situazione iniziò a farsi ancora più complicata. La mia speranza era quella di dare un contributo al Milan per far sì che tornasse la squadra invincibile di una volta, ma poi le cose anzichè migliorare sono in realtà peggiorate. Troppi allenatori si sono seduti in panchina negli ultimi anni, col risultato che la squadra è in grande difficoltà da due anni e mezzo a questa parte.
Senza basi solide, secondo il giapponese, i grandi nomi servono a ben poco: “Negli ultimi anni sono arrivati Balotelli, Kaka, Torres, Robinho, Muntari, Essien e tanti altri. Tutti grandissimi giocatori, ma che singolarmente non possono fare la differenza, soprattutto se come in alcuni casi, arrivano a carriera quasi finita. Comunque sia, abbiamo tutte le possibilità per tornare ai livelli che ci competono, ma che ciò accada quando e se sarò ancora qui, non mi è dato sapere.
Insomma, parole al veleno quelle di Honda, che dopo un episodio analogo di sfogo accaduto qualche mese prima, adesso torna a farsi sentire andando contro la società, in attesa di capire quali saranno gli eventuali provvedimenti a riguardo.