Il blitz al Cardarelli, De Luca: basta barelle nei corridoi

0
Il blitz di De Luca al Cardarelli
Il blitz di De Luca al Cardarelli

Dopo anni di barelle nei corridoi, adesso il presidente della Giunta regionale Vincenzo De Luca dice stop. E annuncia una riunione per «eliminare prima dell’estate questa vergogna».  Un blitz nell’ospedale principale di Napoli, il Cardarelli, ha messo il Governatore di fronte alla realtà. «In particolare a Medicina d’urgenza – commenta  De Luca – i corridoi pieni di barelle con pazienti in condizioni di promiscuità, immagini da quarto mondo, indegne di un paese civile».

I pazienti vivono la malattia in condizioni pietose. In mezzo ad un corridoio, senza nenache una camera dove poter riposare. «È intollerabile che la direzione del Cardarelli abbia consentito il permanere di questa situazione, mantenendo reparti al di sotto dei livelli minimi di dignità richiesti da una struttura pubblica. Non si può non registrare una prova di totale inadeguatezza dei responsabili di questa struttura. Sono situazioni incompatibili con la nuova organizzazione della sanità a cui stiamo lavorando», dice ancora De Luca. Ma in mezzo a tanto sdegno, il suo ringraziamento va agli infermieri che assistono i pazienti «in queste condizioni drammatiche».

A questo punto non resta altro da fare se non rimboccarsi le maniche e agire. Da parte del Governatore inizia la mobilitazione tanto sperata. «Entro dieci giorni – annuncia De Luca- avremo una riunione con i responsabili dei reparti del Cardarelli e poi con i dirigenti degli altri ospedali napoletani: la soluzione di questi problemi e quindi l’eliminazione delle barelle dai corridoi è una priorità assoluta insieme a una reale organizzazione del servizio».