In crescita il cicloturismo in Emilia Romagna: aumentano itinerari, strutture attrezzate e negozi

0

Il cicloturismo negli ultimi anni sembra stare vivendo un momento molto favorevole dovuto alla valorizzazione delle vacanze sostenibili e all’aumento dei servizi offerti per tutti coloro che amano muoversi in bicicletta. Gli italiani che organizzano le vacanze in bici sono sempre più numerosi di anno in anno. Questo approccio è stato anche incentivato dal Covid 19, con la voglia impellente di trascorrere le vacanze all’aria aperta e riscoprire la bellezza dei paesaggi, della cultura e dei percorsi enogastronomici in modo ecosostenibile.

In tutto il Paese sembrano essere in aumento i progetti che prevedono la promozioni del cicloturismo, in particolar modo nella regione Emilia Romagna, che si colloca al primo posto in Italia per diffusione di piste ciclabili e centro delle ciclovie nazionali Del Sole e Vento. La regione, infatti, offre numerose opportunità di vacanza per i cicloturisti, anche grazie al circuito “Bike Hotels di Terrabici” che comprende 40 hotel specializzati nel cycling e nella promozione sui mercati esteri.

Nuovi itinerari, attrezzature e negozi

L’Emilia Romagna è seconda in Italia per presenze cicloturistiche, con tantissimi arrivi di turisti bike che risiedono nelle più belle strutture ricettive della regione. In grande crescita sembra essere il fenomeno delle e-bikes anche nel turismo e i progetti di promozione del cicloturismo, con uno sforzo notevole sia pubblico che privato che vede impegnati enti locali, imprese ricettive come agriturismi, B&B e hotel.

Il turismo in bicicletta viene anche favorito dalla presenza di numerosi nuovi percorsi ciclabili, itinerari appositamente pensati per il cycling e negozi sparsi per il territorio specializzati nella vendita di attrezzatura per ciclisti sia esperti che meno esperti, come nel caso del negozio di biciclette a Modena Sportissimo, che offre anche l’opportunità di fare acquisti online sul suo store ufficiale.

Il turismo in bicicletta valorizza zone che in passato erano state penalizzate ma che oggi sono diventate centro di un vero e proprio boom di prenotazioni, sempre in linea con le esigenze di un turismo che vuole rispettare sia la salute che la natura.

I luoghi più apprezzati per il cicloturismo in Italia

Una delle zone che sembra essere maggiormente apprezzata in Italia dai cicloturisti è senza dubbio la Riviera Romagnola, in particolar modo la città di Riccione. Qui si possono trovare numerosi itinerari da percorrere in bicicletta, con percorsi che possono facilmente adattarsi a ogni tipologia di esigenza. Inoltre, sono disponibili tantissimi bike hotel a Riccione. Diverse sono le strutture ricettive che propongono servizi interamente dedicati ai turisti in bicicletta, come officine meccaniche, depositi notturni, tour organizzati e varie promozioni speciali.

Altrettanto gettonato il Lago di Garda, una delle zone più suggestive del nostro Paese, dove è possibile ammirare paesaggi meravigliosi e percorsi cicloturistici che possono essere affrontati sia in famiglia che in gruppo. Il punto di riferimento in Lombardia è Peschiera del Garda, una meta ideale per potere soggiornare e partire alla scoperta di un paesaggio incantevole, che offre la possibilità di visitare itinerari all’interno del Parco del Mincio e del Lago inferiore da Porto Catena.

Oltre Lombardia e Veneto, l’Emilia Romagna offre diversi percorsi per il cicloturismo con itinerari emozionanti per gli appassionati delle vacanze in bici alla scoperta della natura. Tra le soluzioni che sembrano essere maggiormente apprezzate c’è lo “slow bike” o in alternativa, escursioni attraverso spettacolari oasi naturali immerse nella tranquillità.

Meta ambita dai turisti è il Trentino Alto Adige, una zona bellissima per i suoi scenari naturali in cui è possibile usufruire di un’ampia scelta di piste ciclabili e percorsi cicloturistici considerati tra i più belli del nostro Paese. Da non perdere il tour nel cuore delle Dolomiti e le avventure in mountain bike in Val di Sole con i vari sentieri.

I nuovi percorsi romagnoli

Il boom del cicloturismo sta spingendo numerose regioni e comuni italiani ad aumentare l’offerta di soluzioni pensate per andare incontro a tutte le esigenze dei turisti. L’Emilia Romagna, in particolare, da anni è diventata il punto di riferimento per le vacanze in bicicletta in Italia, considerata la zona più “bike-friendly” in assoluto. La maggior parte dei viaggi in bici, infatti, è organizzata proprio in questa regione.

L’ultima novità sembra riguardare la creazione dell’anello cicloturistico con oltre 400 km di percorsi riservati agli amanti della bicicletta che si estendono da Ferrara a Rimini, passando per Ravenna, Forlì e Cesena. Si tratta di un vero e proprio itinerario promosso interamente dalla regione, con scenari incantevoli che vanno dal mare alla montagna confermando il primato della regione a livello europeo per il cicloturismo.