Inter-Chievo Verona. Ecco le probabili formazioni

0
Stefano Sensi
Tifoseria Inter, San SIro, Milano. Foto WIkimedia Commons

Sarà un monday night al cardiopalmo quello che aspetta Inter e Chievo nello scontro della 36a giornata di campionato. Pressione tutta spostata sulla formazione di Spalletti che con un Chievo già retrocesso e senza più nulla da chiedere, dovrà obbligatoriamente fare bottino pieno. Inoltre i nerazzurri giocheranno con la pressione dei risultati già acquisiti delle dirette rivali per la qualificazione Champions. Non sono più ammessi passi falsi dopo i tre pareggi consecutivi contro Roma, Juventus e Udinese.

IL PUNTO SULL’INTER

Spalletti, nuovamente orfano di De Vrij, accanto a Skriniar potrebbe regalare un’ultima passerella a San Siro al brasiliano Miranda. Sugli esterni opereranno Cedric Soares ( al posto dello squalificato D’Ambrosio) e il solito Asamoah. Guai anche a centrocampo. Non saranno della partita lo squalificato Brozovic e il collega di reparto Vecino. L’uruguaiano è ancora alle prese con un fastidioso infortunio muscolare. Prenderà posto in regia il veterano Borja Valero. Al suo fianco giocherà quasi sicuramente Gagliardini. In avanti, data per certa la presenza di Icardi dal primo minuto. Alle sue spalle agiranno, come da copione, Perisic, Nainggolan e Politano.

IL PUNTO SUL CHIEVO

I ragazzi di Di Carlo cercheranno di concludere questo campionato con professionalità e determinazione. La sfida con la SPAL di sabato scorso è una ferita troppo profonda e dura da ricucire, ma l’annata degli scaligeri è stata sfortunata sin dalla prima giornata. Nonostante le cattive premesse, gli stimoli per ben figurare a Milano ci sono tutti. Di Carlo avrà a che fare con le defezioni di Dioussè, Schelotto e Bani e varerà per l’occasione uno sbarazzino 3-4-1-2. Davanti alla porta difesa da Samper la linea difensiva sarà formata da Andreolli, Cesar e Barba. Il centrocampo, reso più folto per contrastare le sfuriate nerazzurre, avrà come attori principali: De Paoli, Rigoni, Hatemaj e il polacco  Jaroszynski. In avanti Vignato farò da sostegno al duo offensivo MeggioriniStepinski.