Inter, dopo aver aggirato il Fpf, si lavora sui top player

0

L’Inter aveva il difficile compito di rientrare della cifra di 30 milioni entro il 30 giugno. Ancor più complicato se si pensa che la società nerazzurra è riuscita nell’obiettivo senza svendere nessun big della squadra. Infatti nell’operazione Skriniar( prestito con obbligo di riscatto) c’è stata un ipervalutazione di Gianluca Caprari, addirittura di 15 mln. In precedenza aveva fatto ritorno al Siviglia Banega per 9 milioni, consentendo ai nerazzurri una plusvalenza piena dato che era arrivato a parametro zero. L’opera Fpf è stata completata con la vendita di alcuni giovani come Gravillon al Benevento, Bardi al Frosinone e Bakayoko al Genoa. 

Ovviamente l’Inter non ha problemi economici di nessun tipo dato che l’unico limite era stato imposto dalla UEFA. Perciò ci si può aspettare un mercato fatto di grandi giocatori funzionali al progetto di Spalletti. Certamente arriverà un terzino sinistro, il nome nuovo è Gayà del Valencia, che ha una clausola di 50 milioni, che diventeranno 30 dal 2018. A centrocampo, oltre ad attendere l’arrivo ormai certo di Borja Valero, la Gazzetta parla di un budget di 60 milioni per un colpo importante. Si cerca un top player tra Naingollan, Vidal,Fabinho e Naby Keita, autore di un’annata meravigliosa con il Lipsia. L’altro giocatore top sarà un esterno d’attacco tra Di Maria, il nome più gettonato, Lucas e Bernardeschi.