lunedì, Giugno 24, 2024
HomeAttualitàInter, il piano per arrivare a Scalvini

Inter, il piano per arrivare a Scalvini

Se da una parte l’Inter si sta muovendo per cedere alcuni suoi giocatori a causa della solita “emergenza bilancio”, dall’altra vuole comunque rafforzare un organico che palesa alcune pecche. Certamente la corsia sinistra richiede qualche ritocco visto il caso Gosens. La difesa invece, è stata una dei punti deboli di questo inizio stagione dei neroazzurri, con ben 22 goal subiti in sole 15 gare giocate.

Ed ecco perchè il compito della dirigenza neroazzurra è quella di rafforzare e svecchiare il pacchetto arretrato: Bastoni, Acerbi, De Vrij e Skriniar hanno una media di 28,5 anni, se poi aggiungiamo anche D’Ambrosio (spesso schierato da Inzaghi nella difesa a tre), la media aumenta di 29,5 anni. Inoltre questi ultimi tre sono in scadenza e le voci sui rinnovi sono diverse e talvolta anche contrastanti: per questo motivo c’è l’urgenza per Inter di intervenire su tale reparto.

Uno degli obiettivi individuati dall’Inter è il difensore italiano Giorgio Scalvini, in forza all’Atalanta. Il classe 2003 è di natura un difensore centrale, dotato di un ottimo mix di qualità fisiche e tecniche, permettendogli di impostare l’azione dalla sua zona di competenza. Bravo anche nella marcatura, può giocare sia nella difesa 3 o a 4. Nonostante il ruolo, sa essere pericoloso anche in zona gol, grazie alla sua bravura nel gioco aereo. Grazie a tutte queste caratteristiche, Gasperini lo ha schierato anche nel ruolo di centrocampista, con buoni risultati.

Il problema, oggi, è però il prezzo del classe 2003 dell’Atalanta: la Dea lo valuta già infatti 40 milioni di euro. Il club nerazzurro, scrive dunque il Corriere dello Sport, è al lavoro per mettere sul tavolo condizioni favorevoli e capire come arrivare al giovane mediano: “L’Inter può contare sul canale preferenziale costruito con l’Atalanta:

Ma già due anni fa, il presidente dell’Atalanta e i dirigenti dell’Inter, si erano seduti informalmente a parlare di Scalvini. Una prelazione morale, questa la richiesta che i nerazzurri di Milano provarono a strappare ai bergamaschi, ma ogni discorso era prematuro. Adesso, invece, i tempi sono giusti e l’Inter si ritrova anche a dover gestire la delicata questione Skriniar“.

Lo stesso quotidiano, continua scrivendo di un’altra pista per arrivare al giocatore orobico, che però, comporterebbe un sacrificio: “Bisogna però sempre partire da quella richiesta dell’Atalanta: 40 milioni di euro. Cifra che per adesso appare quasi irraggiungibile per l’Inter, ma il fatto stesso che da viale della Liberazione non alzino bandiera bianca e provino ad imbastire l’operazione, lascia intendere che ci siano i margini per andare avanti, molto probabilmente anche inserendo una contropartita tecnica all’interno dell’operazione. Giovanni Fabbian? L’Inter non vorrebbe privarsi di lui, almeno per adesso questa è l’idea, ma se da Bergamo dovessero insistere solo ed esclusivamente su quel nome, allora probabilmente bisognerà iniziare a considerare anche questa ipotesi. Per l’Inter la valutazione di Fabbian è vicina ai 20 milioni di euro, stesso anno di nascita di Scalvini (2003) e 5 gol all’attivo in questa prima parte di stagione in Serie B. C’è spazio per costruire una gran bella operazione per entrambi i club”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME