Inter, la rinascita di D’Ambrosio

0
Danilo D'Ambrosio fonte foto: Di Paul Rudderow- Jersey Shooter from USA - 33- Danilo D'Ambrosio, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=34782586
Danilo D'Ambrosio fonte foto: Di Paul Rudderow- Jersey Shooter from USA - 33- Danilo D'Ambrosio, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=34782586

Nell’Inter di Spalletti, sempre più sorprendente, c’è un giocatore che sorprendendo tutti e che è diventato il titolare inamovibile sulla fascia destra di difesa: si tratta di Danilo D’Ambrosio, calciatore napoletano dal gennaio 2014 all’Inter.

Dopo gli arrivi di Dalbert e Cancelo, e la riconferma di Santon e Nagatomo, si pensava che l’ex terzino del Torino dovesse diventare l’ultima ruota di scorta di difesa ma in realtà, a suon di prestazioni convincenti (condite anche da un preziosissimo goal contro il Genoa), è diventato praticamente uno dei punti fermi di Spalletti. D’Ambrosio, infatti, si intende a meraviglia con Candreva e non di rado i due si scambiano la palla servendo a occhi chiusi l’altro che si sta sovrapponendo.

Fra l’altro, D’Ambrosio, quando segnò la sua prima rete nella massima competizione con la maglia dell’Inter (il 20 febbraio 2016) contro la Sampdoria, risultò essere il primo gol ‘italiano’ dei nerazzurri dopo 432, dal lontano 15 dicembre 2014 quando a segnare fu Ranocchia, su assist proprio di D’Ambrosio. Al di là, comunque, di queste note statistiche, è innegabile come D’Ambrosio sia diventato un giocatore completo che, se dovesse continuare così, potrebbe addirittura giocare i Mondiali (qualora l’Italia si qualificasse) meritatamente.