Inter, non c’è tempo per rilassarsi: mercoledì di Champions col Borussia!

0
foto da Vimeo
foto da Vimeo

Il calendario dell’Inter non lascia spazio a troppo relax. Gli uomini di Conte affronteranno ben sei match nei prossimi diciassette giorni e la partenza non si può dire che sia proprio in discesa. Al San Siro, infatti, tra meno di 48 ore, arriveranno gli uomini di Lucien Favre per una gara di Champions da vivere al cardiopalmo. Contro i gialloneri del Borussia Dortmund la squadra di Conte dovrà mettere da parte qualunque riflessione conservativa e cercare di fare bottino pieno per ridare fiato ad una classifica ad oggi deludente.

L’Inter arriva allo scontro di Champions reduce dalla bella prestazione contro il Sassuolo in Serie A. Certo, aver dovuto segnare 4 gol per ottenere la vittoria  potrebbe destare alcuni dubbi sull’efficacia del reparto difensivo. Nonostante ciò Conte pare fare assoluto affidamento sui suoi 4 cavalieri a difesa della porta nerazzurra. Godin, tenuto in panchina per precauzione dovrebbe ritornare a guidare la retroguardia.

Tempi di dure scelte anche a centrocampo. Sensi non appare ancora al meglio dopo la ricaduta evidenziata a poche ore dal fischio di inizio di Reggio Emilia. Al suo posto chance per uno tra Vecino e Gagliardini di rivedere il campo dopo l’impiego di domenica. Conte continua la sua opera di recupero psicologico dei due centrocampisti. Una buona prestazione contro i tedeschi potrebbe diventare la molla per una insperata rinascita.

In avanti sempre più confermata la coppia d’oro Lautaro Martinez-Lukaku. I due, col passare del tempo, hanno affinato la propria intesa ed ora appaiono sempre più affiatati e letali in zona gol. L’intento è quello di rendere difficile la vita di Hummels e compagni fin dai primi minuti spingendosi all’attacco e alla conquista dei 3 punti.

Intanto sono già stati diramati i nomi dei direttori di gara per il big match di Milano. Si tratta del signor Anthony Taylor, assistito dai connazionali Gary Beswick e Adam Nunn. Quarto ufficiale David Coote. Il Var sarà nelle mani di Stuart Attwell, con Paul Tierney nelle vesti di assistente. Osservatore Uefa inviato a San Siro sarà il ceco Miroslav Tulinger, mentre l’olandese Martin Sturkenboom sarà il delegato Uefa.