Juventus, Luca Marrone potrebbe restare in bianconero

0

Dopo aver passato le ultime stagioni in giro per il Nord Italia tra Sassuolo, Carpi e Verona, il centrocampista Luca Marrone, prodotto del vivaio bianconero, potrebbe rimanere alla Juventus a causa delle nuove regole per quanto concerne la composizione delle squadre voluta dalla FIGC dopo aver recepito una direttiva della FIFA, nelle quali si prescrive che nelle rose delle prossime stagione deve esserci la presenza di almeno 4 giocatori cresciuti nel vivaio.

Dopo aver debuttato in prima squadra con Antonio Conte nella stagione 2011-2012, Marrone ha disputato una buona stagione mettendo a segno 13 presenze totali tra campionato e coppe siglando anche un gol. Nel settembre 2013 passa in comproprietà al Sassuolo, dove con 15 gettoni contribuirà alla salvezza della squadra di Di Francesco nell’anno delle prima storica partecipazione nel campionato di Serie A dei Neroverdi; verrà poi riscattato dalla società di corso Galileo Ferraris all’inizio dell’annata 2014-2015, non scendendo mai in campo a causa dei vari problemi fisici. La stagione appena trascorsa è stata quella del semi-riscatto: dopo una prima parte trascorsa in prestito al Carpi dove ha totalizzato 9 presenze ed un gol, a causa dei dissidi con Sannino prima e Castori poi (i tecnici della squadra emiliana), a Gennaio 2016 passa a titolo temporaneo al Verona, dove entra nella storia per essere stato l’unico calciatore ad aver fornito tre assist da palla ferma (due corner e una punizione) in una singola partita da 10 anni ad oggi: era il 7 febbraio 2016 (Verona-Inter 3-3). Chiude l’esperienza veronese con 12 presenze.

Nella tournèe cino-australiana terminata oggi dalla Juventus, Marrone è stato autore di ottime prestazioni, tanto da convincere Allegri a trattenerlo a Vinovo per essere utilizzato nel corso del campionato come sostituto di Marchisio sino al rientro dall’infortunio di quest’ultimo previsto per il prossimo dicembre.