La critica scherzosa e veritiera di Fedele: “Sei giocatori del Napoli non cantano l’inno, ho saputo il motivo!”

0

In questa stagione il Napoli vuole puntare dritto a vincere qualcosa di importante. Qualche incidente durante il percorso vi può essere come capita ai maggiori top club, ma i ragazzi di Carlo Ancelotti non vogliono deludere i tifosi. Mertens e Co., infatti, sanno che questo può essere l’anno giusto per festeggiare.

Ai microfoni di Radio Marte è intervenuto Enrico Fedele il quale ha rilasciato alcune dichiarazioni. Ecco quanto evidenziato: “Sapete perché il Napoli soffre tanto sui calci d’angolo e non è mai pericoloso da palla inattiva? Beh, bastava guardare la partita contro il Liverpool in cui sei giocatori del Napoli non cantavano l’inno perché non riuscivano ad essere inquadrati!

Il motivo di tutto ciò è semplice. Molti giocatori del Napoli sono alti al massimo un metro e settanta. Nel Napoli giocano giocatori troppo bassi e la fisicità manca. Andrebbe cambiato qualcosa: se non sul mercato, quantomeno nella scelta de giocatori titolari da mandare in campo dal primo minuto”.

Quella di Enrico Fedele è sicuramente una critica giusta. Per una squadra come il Napoli, infatti, l’altezza è fondamentale e i vari Insigne, Mertens, Callejon, Allan, Lozano ne sono la prova.

Proprio su Hirving Lozano è arrivata una severa critica da Enrico Fedele: “Le cose che mi sono piaciute di più del Napoli nella sfida di ieri col Liverpool sono state l’organizzazione difensiva, la sofferenza e l’esaltazione del calcio italiano, oltre alla determinazione. Lozano è un Vargas o peggio e alla gara di ieri non ho dato voto perchè è stato un assente ingiustificato. Llorente invece mi è sembrato il Pampa Sosa perchè è quell’attaccante che fa salire la squadra“.