E se la Juventus strappasse Carlos Bacca al Milan?

0

Ormai la notizia dell’addio di Álvaro Morata è sulla bocca di tutti da mesi visto che il Real Madrid eserciterà il suo diritto di recompra per riportarlo alla base e poi o tenerlo o rivenderlo per farne una plusvalenza. A quel punto la Juventus dovrebbe andare a prendere sul mercato il partner ideale da affiancare a Dybala, con Mandzukic e Zaza comunque validi, ma si sa la Juventus punta sempre in alto e specialmente in ottica Champions League c’è bisogno di aggiungere qualcosa in più alla rosa. Andare a pescare un attaccante top non è facile visto che bisognerebbe sborsare una quantità incredibile di soldi. Pescare invece un attaccante che nell’ultimo anno (non per colpa sua) non ha eccelso è invece più abbordabile. Stiamo parlando di Carlos Bacca. L’attaccante colombiano si era trasferito al Milan con tutte le buone intenzioni lo scorso anno sperando di poter far parte di un nuovo ciclo vincente della squadra rossonera, ma almeno nell’ultima stagione non è iniziato nessun ciclo e anzi il Milan non è riuscito a qualificarsi nemmeno in Europa League. Bacca non si aspettava di trovare una situazione così complicata e considerando che non è più giovanissimo, vorrebbe subito cercare di trasferirsi in un’altra squadra per provare a vincere il più possibile. Oggi la Gazzetta dello Sport ha rilanciato una sua intervista in cui dubitava della sua permanenza a Milano in quanto non soddisfatto dell’andamento delle cose e consapevole dei limiti della sua attuale squadra. La Juventus sarebbe la soluzione ideale. I soldi che la dirigenza di Agnelli riceverebbe da Florentino Pérez verrebbero praticamente girati in toto al Milan per acquistare il colombiano e senza sborsare un euro i bianconeri si ritroverebbero con un attaccante di livello internazionale come Bacca. I 18 goal segnati dal colombiano nella sua prima stagione in Serie A sono un ottimo bigliettino da visita visto che in una squadra ben più rodata come quella dei bianconeri potrebbe diventare il nuovo Higuaín e segnare goal a caterve.