LeBron sulla sirena regala gara-4 a Cleveland

0

Epilogo simile a gara-3, ma questa volta ad esultare sono i Cavs che con un tiro allo scadere di LeBron James superano a Chicago i Bulls e si riportano in parità, ribaltando il fattore campo. Partita che fino al terzo quarto sembrava saldamente nelle mani di Chicago, con il solito Rose tuttofare e Butler a dar manforte con tiri da tre. L’assenza di Gasol però si è manifestata tutta nell’ultimo quarto, quando gli attacchi dei Bulls sono stati tutti fermati da LeBron e soci, che con un parziale di 9-0 hanno riaperto la partita e trovato addiriturra il vantaggio. Decisivo il risveglio di JR Smith, che dopo due partite (“e mezzo”) di assenza ha rirato fuorio dal cilindro triple a più non posso. Partita che sembrava destinata ad un supplementare, anche a causa della cattiva gestione di LeBron James, con 8 palle perse nel finale. Eppure, all’ultima rimessa con 1,5 secondi a disposizione, il talento di Cleveland ha trovato il canestro decisivo che ha steso i Bulls.

I Clippers invece vincono anche gara-4 e si portano sul 3-1 contro Houston con un deciso 128-95, grazie ai 26 punti di Jordan, ai 21 di Griffin e i 18 di Redick. Decisivo un parziale nel terzo periodo che ha steso i Rockets di 21-4 nei primi sei minuti della ripresa. Male Howard, limitato dai falli, mentre 21 punti per il solito Harden. Ora la serie ritorna in Texas.

https://youtu.be/KpA0Ohcji8o