Milan: Berlusconi a Milanello, Bacca ok, Menez saluta fino al 2016

0

Oggi tutti chiamati in riunione da Silvio Berlusconi, anche se si tratta di riunione informale: a pranzo con Sinisa Mihajiovic ed Adriano Galliani per dare carica, tramite il contatto visivo all’allenatore, il che potrebbe essere anche controproducente dall’altro lato della medaglia, poiché la visita potrebbe infondere maggiore ansia da prestazione in Sinisa, il quale già pare essere abbastanza carico. Contro il Sassuolo potrà essere un primo grido di gioia, di salvezza, ma potrebbe essere anche un saluto definitivo. La valigia di Mihalovic è posata sul San Siro, chiamati a combattere anche i tifosi per dare stabilità alla panchina, allo spogliatoio, ma, più in generale, ad un’intera squadra servono domani più che mai i 3 punti. Non c’è margine d’errore, o meglio, se c’è è veramente risicato.

Il cavaliere nel pomeriggio potrebbe anche incontrare la squadra, per provare a dare un messaggio rassicurante, che sappia allo stesso tempo valere come energetico, per gli 11 che dovranno scendere in campo dal 1′ e non solo.

Nota positiva per la squadra sarà la presenza assicurata di Bacca, l’attaccante rossonero, finora capocannoniere a quota 4 reti, sarà sicuramente in campo fin da subito domani alle 15.00 per dar man forte ai suoi e provare a scardinare la difesa del Sassuolo.

L’appuntamento di domani al San Siro non si presenta assolutamente come facile, abbiamo chiarito le motivazioni dal punto di vista psicologico, per cui questa squadra potrebbe cadere in più punti, ma la difficoltà esiste anche, e soprattutto, a livello tecnico di gioco.
Il Milan a soli 10 punti sfida un Sassuolo a 15, pari in classifica al Napoli ed alla Lazio.
La sfidante, ospite a Milano, ha espresso fin ora un buon calcio, dimostrando di essere competitiva anche per un posto in Europa, in questa Serie A 2015/16 senza padroni.
Saranno in grado capitan Mihajilovic e soldati di sconfiggere questo Sassuolo in grand forma?
Come se non bastasse arrivano pessime notizie anche dallo staff medico rossonero per quanto riguarda la condizione di Menez: il francese, capocannoniere con 16 reti del Milan dell’anno scorso, tornerà disponibile soltanto nel 2016, forse subito dopo la sosta di fine anno, forse addirittura più in là.

La risposta al campo.