Milan, Mihajlovic potrebbe puntare su Locatelli contro la Juve

0

In questi ultimi anni le scelte adoperate dalla società rossonera sono state davvero pessime. Dopo l’addio di Ibrahimovic e Thiago Silva, Galliani e Berlusconi , a causa delle scarse finanze rossonere, si sono orientati su giocatori low cost per tentare di rinforzare la squadra. Ciò non è stato assolutamente sufficiente per tornare in Europa, e il presidente rossonero si è finalmente deciso a investire sul mercato. Scelta che si è rivelata peggiore rispetto a quella precedente, dato che con quasi 100 milioni spesi per rinforzare la squadra, il Milan lotta ancora per difendere il sesto posto dal Sassuolo. Per non parlare poi dei numerosi cambi di panchina: da quando è stato esonerato Allegri, sono arrivati tre allenatori diversi e questo è il danno maggiore, perchè non è possibile ricostruire una squadra se non è chiara la figura di chi debba guidarla.

Tuttavia il Milan sta facendo un grande lavoro per quanto riguarda il progetto giovani facendo esordire in prima squadra molti ragazzi della primavera come Donnarumma, che ha soli 17 anni si ritrova portiere titolare della squadra più titolata in Italia. Dopo le rescissioni di De Jong e Nocerino, i rossoneri per puntellare un centrocampo troppo orfano hanno fatto salire in prima squadra Manuel Locatelli, classe 98, ex capitano della primavera rossonera, da tanti considerato il nuovo Pirlo. A quanto pare il giovane centrocampista rossonero è davvero promettente e sulle sue tracce ci sarebbe già l’Arsenal, ma il Milan difficilmente vorrà privarsene.

LOCATELLI TITOLARE- I rossoneri ora sono in ritiro punitivo e stanno preparando la super sfida di sabato sera contro la Juventus. Mihajlovic dovrà fare a meno di Montolivo, infortunato, e di Bertolacci, squalificato e secondo alcune indiscrezioni, in questi giorni sarebbe stato provato proprio Locatelli al fianco di Kucka che al momento sembra essere quindi in vantaggio su Josè Mauri e Poli per il posto da titolare.

Dopo Donnarumma, Mihajlovic è pronto a far esordire un altro giovane talento per la partita più importante della stagione.