Palermo, Fabrizio Miccoli condannato a 3 anni e 6 mesi per estorsione aggravata

0
Fabrizio Miccoli, ex giocatore di Palermo e Juventus, fonte By joshjdss - West Ham Vs Birkrikara, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=41834963
Fabrizio Miccoli, ex giocatore di Palermo e Juventus, fonte By joshjdss - West Ham Vs Birkrikara, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=41834963

Fabrizio Miccoli, ex calciatore della Juventus e bandiera del Palermo, è stato condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione per estorsione aggravata. Secondo la Procura, che inizialmente aveva chiesto 4 anni di carcere, l’ex capitano dei rosanero avrebbe avrebbe chiesto all’amico Mauro Lauricella di recuperare 12mila euro che sarebbero stati vantati da un altro suo amico per una vicenda relativa alla gestione della discoteca “Paparazzi” di Isola delle Femmine, in provincia di Palermo. Mauro Lauricella è però figlio di Antonino, detto “Scintilluni“, considerato dagli inquirenti come il capomafia del rione palermitano della Kalsa.

Secondo l’accusa Lauricella avrebbe utilizzato metodi violenti per recuperare la somma di denaro, ma alla fine sarebbe riuscito ad ottenere solamente una piccola parte della cifra: 2mila euro circa. Il processo ancora non ha avuto inizio, Miccoli finora ha sempre respinto qualsiasi tipo di accusa, rivelando di non essere a conoscenza della parentela tra Mauro e il boss della Kalsa. Guai in vista quindi per l’ex giocatore, che in passato ha indossato maglie prestigiose come quelle di Juventus, di Fiorentina e Benfica, fino a divenire poi bandiera e capitano del Palermo e il miglior marcatore di tutti i tempi della squadra rosanero con 81 reti in 179 presenze.