Per la panchina nerazzurra spunta un nome nuovo e sorprendente

0
Maurizio Sarri fonte foto: Di Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=51408605
Maurizio Sarri fonte foto: Di Football.ua, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=51408605

Non sarà Conte e nemmeno Mourinho. Di certo non Ancelotti o Di Francesco. La panchina dell’Inter sembra un affare sempre più difficile da dirimere e le sirene si rincorrono quasi quotidianamente sponsorizzando ora uno, ora l’altro.

L’ipotesi Conte era la più accreditata per il carisma del tecnico e il forte legame che lo lega all’A.D Marotta. Peccato che i tifosi siano insorti ovunque al solo accostamento dell’ex bianconero alla beneamata.

Il ritorno dello Special One aveva riacceso l’entusiasmo e la nostalgia per il periodo d’oro della recente era morattiana. Nonostante ciò, la voce di un Mourinho bis rimarrà una romantica e irrealizzabile fantasia. Il portoghese costa tanto e non è convinto del progetto cinese per il futuro nerazzurro.

Alcuni hanno parlato anche di un interessamento per Carlo Ancelotti. Come per Conte, il solo pronunciare il nome dell’ex bandiera rossonera ha provocato malumori e contestazioni unanimi. A niente è valso un palmares d’eccezione e il costo tutto sommato contenuto del suo contratto.

L’ultimo nome accostato alla panchina nerazzurra è però di quelli inaspettati. Da tempo accostato alla compagine romanista, pare che i vertici di corso Vittorio Emanuele abbiano iniziato a seguire, con sempre maggiore interesse, il tecnico dei blues Maurizio Sarri. L’addio alla panchina dei londinesi del Chelsea non è certo scontato ma il sarriball non si è rivelato così efficace come lo era stato per i partenopei prima di loro.  L’Inter rimane alla finestra.