Quella volta in cui Genny a’ Carogna rimproverò a muso duro Lavezzi

0
Ezequiel_Lavezzi_Napoli
Fonte: Wikimedia

Erano altri tempi, sembra un’epoca fa. Più precisamente sono passati 6 anni dall’episodio che vide protagonisti in quel di Napoli Gennaro De Tommaso, noto ai più come Genny a’ Carogna,  e il ‘Pocho’ Ezequiel Lavezzi.

Anno 2014, il Napoli era approdato alla finale di Coppa Italia da giocare contro la Fiorentina. Qualche giorno prima del match Ezequiel Lavezzi viene beccato da Gennaro De Tommaso in un noto locale napoletano. Agli occhi del capo ultras la presenza a tarda notte del calciatore argentino era ovviamente sintomo di poca professionalità da parte di quest’ultimo.

Genny così non ci pensa due volte e, colto sul fatto Lavezzi, gli va faccia a faccia a muso duro, rimproverandolo nervosamente. Il motivo dietro l’incazzatura del tifoso è anche un altro: in quel locale erano soliti circolare anche alcuni tipi di droga.

Qualche giorno dopo comunque la situazione si distese in quel di Castel Volturno, grazie anche all’intermediazione del direttore sportivo di allora, Pier Paolo Marino. Genny e Lavezzi si incontrarono nel centro sportivo e si chiarirono, senza rancore alcuno.

Ora, passati ben 6 anni dalla vicenda, Lavezzi si è ritirato dal calcio giocato dopo aver chiuso la propria carriera in Cina; Gennaro De Tommaso invece collabora con la giustizia, confessando così i vari crimini di cui ha preso parte. Proprie tra le varie confessioni è emersa la vicenda che lo lega al Pocho.