Reddito di Cittadinanza, al via i pagamenti di ottobre: ricariche in tre date

Tre le date scelte per l'erogazione del RdC di ottobre. Dopo l'esperimento di settembre l'Inps ha deciso di corrispondere quanto dovuto in tre giorni diversi.

0

Aveva sorpreso un po’ tutti l’anticipo di circa una settimana con cui l’Inps aveva erogato il Reddito di Cittadinanza lo scorso settembre. In quell’occasione si era passati dall’usuale 27 al 20 e l’esperimento sembrava aver raccolto diversi consensi tanto da far sperare in un prosieguo anche per le ricariche future.

In effetti l’anticipo di una settimana avrebbe permesso allo stesso ente di terminare con maggiore agilità tutto l’iter per i pagamenti senza rischiare di arrivare a scadere nel mese successivo. Proprio in virtù di questo anche per il mese di ottobre si provvederà all’erogazione del RdC attorno alla data individuata a settembre, ma non per tutti verrà rispettato lo stesso calendario.

L’Inps ha fatto sapere che per il mese in corso e molto probabilmente anche per quelli che seguiranno, si utilizzerà lo schema che segue:

  • Per le nuove domande inviate entro il 15 settembre la prima ricarica verrà effettuata entro il 10 ottobre;
  • Per chi invece è un vecchio percettore del RdC, la ricarica sulla propria card avverrà il giorno 20;
  • Per chi è percettore dell’assegno Unico Temporaneo (ossia quello che unisce il RdC e l’ex Assegno Unico per i figli minorenni) rimarrà valida la data del 27 ottobre.

Gli importi riconosciuti saranno interamente prelevabili e utilizzabili a partire da queste tre date che, come detto, potrebbero rappresentare il nuovo standard per i pagamenti anche per le tranche future.

Da questo mese inoltre sarà possibile incassare per un ulteriore bonus che potrebbe portare nelle tasche di diverse famiglie italiane fino a 780 euro in più. Si tratta del Bonus Imprenditorialità e può essere richiesto da chi avvia una attività lavorativa autonoma o impresa individuale nei primi dodici mesi di fruizione del RdC.