Serie A, Empoli-Pescara 1-1: apre il match El Kaddouri ma poi pareggia Caprari

0
Stadio Adriatico, Pescara, fonte By Bonesthebest at Italian Wikipedia, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=37574515
Stadio Adriatico, Pescara, fonte By Bonesthebest at Italian Wikipedia, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=37574515

La 31^ giornata di Serie A si apre con la sfida salvezza tra Empoli e Pescara. Al momento gli abruzzesi si ritrovano all’ultimo posto a meno due lunghezze dal Palermo, che domani al San Siro sfiderà il Milan di Montella; La squadra toscana invece arriva all’appuntamento dopo aver incassato la sconfitta all’Olimpico contro la Roma di Spalletti. L’Empoli quest’oggi ha bisogno di una vittoria per allontanare lo spettro della retrocessione anche se al momento si trova a più cinque dalla terzultima Crotone.

I primi minuti di gioco al Castellani non sono molto esaltanti con l’Empoli che fa un possesso palla prolungato e il Pescara che invece e tutta sulla sua zona di competenza attenta a non sbagliare. La prima palla goal del match arriva già al 4’ con il Pescara: il difensore argentino Campagnaro (approfittando di una distrazione difensiva dell’Empoli) prova un tiro a giro che però termina sul fondo. Lo stesso difensore biancoazzurro qualche minuto più tardi sarà il primo ammonito della gara. Gli uomini di Martusciello non stanno a guardare e al 9’ minuto realizzano già il goal che apre il match: l’ex Torino e Napoli El Kaddouri (servito da Marilungo) realizza con il destro il goal del vantaggio per i toscani. Nei minuti successivi e un continuo attaccare dei padroni di casa con Croce e El Kaddouri, ma entrambi falliscono al momento del tiro nella porta difesa da Fiorillo. Ma ecco che al minuto 17 del primo tempo il Pescara esce dalla propria metacampo con Caprari, però quest’ultimo manda il pallone sul fondo. Un minuto più tardi ci prova Benali, che si sposta il pallone e prova ad impensierire Skorupski, ma quest’ultimo riesce a bloccare il tiro stendendosi. Al 26’ Krunic è il primo ammonito dell’Empoli, punito per un intervento cattivo ai danni di Caprari. Quando siamo giunti alla mezz’ora del primo tempo gli uomini di Zeman riescono a riaprire la gara con Caprari (servito da Bahebeck) che all’interno dell’area batte l’estremo difensore polacco e porta la partita sul 1-1. Qualche minuto più tardi l’autore dell’assist del goal del Pescara è costretto ad abbondonare il campo per infortunio: al suo posto entra Brugman. Prima della fine del primo tempo entrambe le squadre hanno l’occasione di ripassare in vantaggio, con Thiam (Empoli) e poi Campagnaro (Pescara). Ma nulla da fare, la prima frazione di gara termina sul punteggio di 1-1 dopo che i padroni di casa erano passati in vantaggio grazie al goal di El Kaddouri, poi si fanno raggiunti al 31’ dall’attaccante abruzzese Caprari.

Nella ripresa non ci sono cambi da entrambe le squadre. Al 47’ l’ex granata prova a mettere in mezzo un pallone invitante per Thiam, ma quest’ultimo viene anticipato dall’estremo difensore abruzzese. Tra il 48’ e il 50’ il gioco viene fermato dall’arbitro Tagliavento per diversi interventi scorretti di Muntari (Pescara) e Thiam (Empoli). Al minuto 55 i padroni di casa vanno vicini al goal del sorpasso: Pasqual prova a sorprendere il portiere avversario sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma il difensore argentino del Pescara riesce a deviare in corner. Qualche minuto più tardi è il turno degli abruzzesi con Brugman, approfondato di un pasticcio difensivo della squadra toscana, prova un tiro da dentro all’area, ma il tiro viene murato da Barba. Al 62’ c’è un cambio da entrambe le parti: entra Puciarelli al posto di Marilungo; Zeman fa entrare Bruno al posto di Muntari. Al 64’ l’Empoli è vicinissima al goal con Krunic (servito perfettamente da El Kaddouri) ma il portiere Fiorillo si oppone respingendo il tiro. Tra il 68’ e il 71’ Zeman si gioca la carta Verre (entrato al posto di Coulibaly); Martusciello fa entrare Diousse al posto di Buchel. Al 73’ il portiere polacco della squadra empolese si oppone ad un tiro di Benali. Un quarto d’ora più tardi arriva il turno del Pescara, il quale fallisce una grande occasione in area con Biraghi con un tiro che non trova lo specchio della porta. Quando siamo ormai giunto verso le battute finali del match, entrambe le squadre provano ad imporsi sull’altra con calci d’angolo e punizioni, ma nulla da fare, la sfida salvezza finisce termina 1-1.

Al Castellani Zeman è riuscito a “rubare” soltanto un punticino all’Empoli, ora deve sperare in un “regalo” da parte del Milan che dovrebbe sconfiggere il Palermo per sperare ancora in una salvezza che a oggi fino all’ultima giornata di campionato pare una cosa impossibile; Gli uomini di Martusciello in casa conquistano solo un punto per portarsi sempre più lontano dalla zona “calda” della classifica.