Sinai – ipotesi attentato

0

Nuovi dettagli emergono dalle indagini dell’incidente che sabato scorso ha fatto precipitare l’aereo russo a Sinai provocando 224 morti. Un lampo di calore è stato infatti rilevato
da un satellite degli Usa dotato di raggi infrarossi al momento dell’incidente dell’aereo.
Secondo i funzionari del Pentagono, quest’elemento
esclude che l’aereo sia stato colpito da un missile ma non l’opzione bomba .
Stamane sul luogo in cui si trovano i resti dell’aereo, “sono stati invenuti alcuni elementi che non hanno nulla a che fare con la struttura del veivolo”- rivela una fonte al Cairio.

aereo

Anche se questo elemento non conferma nessuna ipotesi su un probabile attentato terroristico, un’altra fonte sostiene che  la situazione a bordo “era normale quattro minuti prima che il velivolo sparisse dagli schermi dei radar”,così come emerge dalle registrazioni delle scatole nere.
Mentre le indagini e il riconoscimento dei 224 corpi proseguono, il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi sostiene che la rivendicazione dell’Isis è solo propaganda aggiungendo
– “Chiunque sia interessato alla questione è benvenuto a partecipare alle indagini”.