Sparatoria a Playa del Carmen

Non si conosce il movente

0
Fonte foto: Wikimedia

La notte tra Domenica e Lunedì un uomo nel club Blue Parrot, a Playa del Carmen,  ha aperto il fuoco sulla folla.
Nel locale era in atto uno dei più grandi festival di musica elettronica.
Dieci colpi. La folla impazzita che corre per salvarsi la vita. Urla. Pianti. Il panico prende il sopravvento .
Tra i morti anche un italiano, notizia fatta presente dalla Farnesina. Il ragazzo era milanese ma viveva da tempo in Messico.
Le altre vittime sono due canadesi, una donna di cui non è stata fornita la nazionalità ed un colombiano . Tre appartenevano alla sicurezza del locale.

Durante lo spettacolo più conosciuto di musica techno, un pazzo omicida ha aperto il fuoco sulla folla che era lì per divertirsi con familiari ed amici.
Al principio il rumore dei proiettili sparati sembrava quello dei fuochi d’artificio ma, in seguito, passata la confusione, la folla ha iniziato a disperdersi tra urla e spintoni.
Si conta il numero di cinque decessi e 15 feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni.
È stata subito smentita l’idea di un attacco terroristico, e si indaga ancora per scoprire il motivo di tale gesto folle.
La polizia ha affermato che la sparatoria ha preso vita durante una rissa tra alcune persone presenti nel locale.
Durante quest’ultima tre uomini dello staff hanno perso la vita..
È stata sempre la polizia ad affermare di aver fermato 4 individui, e che tra loro potrebbe esserci anche l’assassino.

Molti sono i video ed i tweet postati in rete dalle persone che hanno assistito al massacro.

Si aspettano altre notizie.