SSC Napoli al ribasso: rosa svalutata di 127 milioni

Le recenti prestazioni della squadra partenopea, condite anche dalla precedente stagione deludente, ha causato una differenza di 127 milioni in meno del valore dell'intera squadra rispetto ad inizio stagione.

0
Intervista a Gigi Perna sul Napoli:

La stagione per il Napoli si sta rivelando una vera delusione. I partenopei sono fuori dalle coppe, mentre in campionato gli azzurri si trovano al settimo posto, ma a quattro lunghezze dalla zona Champions. La squadra non sta offrendo prestazioni convincenti e i tanti infortuni peggiorano la situazione.

Secondo la Gazzetta dello Sport il Napoli potrebbe subire un vero proprio flop finanziario senza la Champions League. Infatti una seconda annata consecutiva lontano dall’ Europa che conta, causerebbe una perdita di circa 50 milioni di euro, tra premi e contratti commerciali. In confronto ai 120 milioni spesi ad inizio stagione, il presidente De Laurentiis ha dovuto già registrare pesanti perdite economiche a causa delle mancate entrate dai botteghini.

Oltre a ciò ci sarebbe anche da aggiungere il deprezzamento che ha subito l’intera rosa. Questo dipende molto dall’andamento negativo della squadra e i prezzi a ribasso imposti dalla crisi che sta colpendo tutti i club europei. Sembra oramai improbabile che il patron del club azzurro possa contare di vendere Koulibaly per 80 milioni. Lo stesso vale anche per i 60 milioni richiesti la scorsa stagione per Fabian Ruiz.

L’idea del d.s. Giuntoli era quella di costruire il nuovo Napoli sui giocatori chiavi già in rosa e con l’arrivo dei nuovi rinforzi. La gestione Gattuso sembra però destinata al fallimento, risultando così la seconda stagione consecutiva fallimentare. Un disastro che causerebbe gravi ripercussioni per la prossima finestra di mercato.