Storia del calcio: Romario de Souza Faria

0

Romario è noto per essere considerato uno dei calciatori più forti di tutti i tempi. Parliamo di un altro calcio, probabilmente un gradino sopra quello contemporaneo, e di altri tempi. Durante gli anni Ottanta e Novanta i giocatori davvero forti erano parecchi, mentre c’era un numero discreto di “fenomeni”. Romario rientra sicuramente in quest’ultima categoria: brasiliano, attaccante, velocissimo, spietato sotto porta. “Baixinho“, così soprannominato per la sua bassa statura, iniziò a giocare in Brasile all’età di 19 anni con il Vasco da Gama: era il 1985. Con questa squadra riuscì a vincere due titoli nazionali nel 1987 e nel 1988, trovando facilmente la via della rete nonostante la giovane età. Per forza di cose Romario fu notato dagli osservatori delle squadre europee, in particolare dal PSV Eindhoven, che lo ingaggiò portandolo in Eredivisie. In totale, in Olanda ha giocato 168 partite e segnato 174 gol, vincendo praticamente tutto a livello nazionale. Romario era troppo forte per il calcio olandese, aveva bisogno di avversari internazionali. Per farlo, doveva giocare in una squadra abbastanza forte da poter disputare le competizioni europee con regolarità. Nel 1993 il Barcellona decise di acquistarlo: con questa maglia vinse una Liga con annesso titolo di capocannoniere.

Baixinho non deluse neanche in nazionale. Con i verdeoro ha giocato complessivamente 70 partite, segnando la bellezza di 55 reti. Fu uno dei protagonisti nella vittoria del Mondiale 1994, andando in gol per cinque volte e risultando vicecapocannoniere della competizione; in quell’occasione fu onorato anche con il premio FIFA World Player of the Year; sempre con il Brasile ha vinto due volte la Coppa America (nel 1989 e nel 1997); nel 2000 è stato eletto Calciatore sudamericano dell’anno. Romario è sicuramente una delle leggende viventi del calcio, come testimonia il rispetto dei suoi ex colleghi in numerose interviste.

Romario ha in pratica giocato ovunque: dopo il Barcellona è tornato in Brasile per giocare con il Flamengo, continuando a segnare con estrema regolarità. Ha giocato fino a 40 anni cambiando squadra, nell’ultima fase della sua carriera, quasi di anno in anno, vestendo le maglie anche di Valencia, Fluminense, Miami FC, Adelaide United, Al-Sadd e America RJ. In oltre vent’anni di calcio professionistico, Romario ha segnato 772 reti in 994 presenze in competizioni ufficiali (stando ai dati di www.rsssf.com).

 

*Fonte foto: www.sinarharian.com.my