Sykes colonizza Donington: vince anche in Gara2

0

Gara2 della SBK a Donington Park vede lo stesso podio di Gara1, piccole variazioni nelle retrovie ma Sykes è tornato cannibale.

Il pilota KRT, forse aiutato anche dal calore di casa, ha segnato la terza doppietta in tre anni su questo circuito, confermando anche che da oggi al campionato è stata data una svolta.

Prima di Donington infatti, solo Haslam e Davies sono riusciti a fermare l’altro alfiere Kawasaki Rea, ma in una sola occasione ciascuno.

Oggi, per Rea, l’avversario meno temibile è diventato il più pericoloso, anche in fatto di lotta a corpo a corpo dove ha dovuto mollare lui la presa perché Sykes non si è mai sottratto alle carenate.

Haslam, a differenza di Gara1, si è infilato tra le due Kawasaki rimanendoci per diversi giri mentre Rea si è trovato a lottare con la sua stessa moto che in due occasioni ha tentato di disarcionarlo.

È iniziata così la rimonta del pilota KRT e delle Ducati che hanno messo nel mirino il pilota Aprilia dopo una bella bagarre con Lowes in gran spolvero con questa Suzuki più complice e meno nemica.

Gara2 in salita per Badovini, che non è riuscito a replicare Gara1, mentre Torres ha messo il sale sulla coda a Guintoli passandolo proprio nel finale di gara.

Recupera anche Baiocco, salvo da cadute come questa mattina, mentre Giugliano si è trovato nuovamente a lottare con la sua Panigale che oggi non era dell’umore giusto per segnare un capolavoro.

Gara2 sfortunata anche per Terol, protagonista di un brutto highside dove è uscito illeso, come Ponsson protagonista di una brutta caduta che lo ha visto sbalzato contro le barriere di protezione.

Weekend da dimenticare per VD Mark, costretto al ritiro anche in Gara2, dopo un problema alla leva del freno che aveva tentato di aggiustare con uno stop ai box.

Si riducono così le distanze su Rea, anche se di pochi punti, con Sykes che sale in seconda posizione in campionato.