Arsenal-Bayern Monaco, la notte delle stelle in formato Champions League

0

Torna la Champions League con una sfida, quella tra Arsenal e Bayern Monaco, certamente tra le più affascinanti di questa due giorni dell’ Europa che conta. La strada verso gli ottavi è lunga, ma la squadra di Wenger si trova già davanti ad un bivio, avendo steccato le prime due uscite, ovvero la trasferta contro la Dinamo Zagabria e soprattutto la sfida interna contro l’ Olympiakos. L’ umore invece è esattamente opposto tra i bavaresi, che hanno vinto in scioltezza le prime due. Pertanto, un eventuale passo falso non comprometterebbe il loro cammino verso gli ottavi. Otto i match disputati tra le due squadre in campo europeo finora, con i tedeschi avanti in virtù di quattro vittorie a fronte delle due affermazioni degli inglesi e dei due pareggi. L’arbitro della sfida sarà il turco Cüneyt Çakır, in collaborazione con gli assistenti Duran e Ongun, il quarto uomo Satman e gli addizionali Göçek e Şimşek.
Nonostante l’ avvio disastroso in Champions, l’ Arsenal arriva comunque sia con un filotto di vittorie in Premier League ( 5 nelle ultime 6 ) che fa ben sperare. A centrocampo, dovrebbero agire Coquelin e Cazorla, nel tentativo di arginare le scorribande terribili dei bavaresi che partono proprio dalla mediana in su. In avanti, Sanchez, Ozil e Ramsey alle spalle dell’ unica punta Theo Walcott.
Nel Bayern, invece, Guardiola deve far fronte a molte assenze, come quelle di Benatia, Badstuber, Rode, Ribery, Robben e Gotze. Ma il tecnico, per sua fortuna, ha una panchina lunga e di tutto rispetto e potrà schierare un undici di grande tasso tecnico. A centrocampo, favorito il capitano Lahm per affiancare sia Xabi Alonso che Thiago Alcantara, mentre davanti è pronto il trio delle meraviglie composto da Douglas Costa, Lewandowski e Muller.
Questi i probabili schieramenti:

Arsenal (4-2-3-1): Cech; Monreal, Mertesacker, Koscielny, Bellerín; Coquelin, Cazorla; Ramsey, Özil, Sánchez; Walcott. All.: Wenger.

Bayern Monaco (4-3-3): Neuer; Rafinha, Boateng, Martínez, Alaba; Lahm, Alonso, Thiago Alcántara; Müller, Lewandowski, Douglas Costa. All.: Guardiola.