domenica, Aprile 14, 2024
HomeSpettacoloCinemaBasciagoni, un noto attore sulla proposta di matrimonio: "Questi fenomeni da baraccone...

Basciagoni, un noto attore sulla proposta di matrimonio: “Questi fenomeni da baraccone sviliscono un posto sacro come Venezia”

I Basciagoni hanno ricevuto parecchie critiche per la proposta di matrimonio sul red carpet di Venezia. Arriva la critica di un attore

Sophie Codegoni e Alessandro Basciano, Basciagoni per i fan, hanno deliziato il red carpet del Festival del Cinema di Venezia con una romantica proposta di matrimonio o fidanzamento (non si è ancora capito). I due si sono mostrati ai fotografi felici e sereni ma hanno ricevuto parecchie critiche sul web.

Alessio Vassallo contro Sophie e Alessandro: “Fenomeni da baraccone”

Alessio Vassallo, noto attore e interprete di Mimì ne Il Giovane Montalbano, ha affidato ai social delle parole per spiegare perché questa proposta di matrimonio in realtà è stata totalmente fuori luogo. La sua analisi è stata molto lucida e in tanti hanno appoggiato il suo pensiero. Inoltre, il 39enne è legato sentimentalmente a Ginevra Pisani e ha tenuto a sottolineare che gli attori in generale non hanno nulla contro gli influencer. Ecco cosa ha detto:

“Faccio questa storia perché tra i vari messaggi che mi stanno arrivando, una ragazza mi ha detto: ‘Non è giusto perché a voi tolgono quello che vi spetta’. Ragazzi, a noi sta gente non toglie nulla perché il mio studio, il mio sacrificio, il mio lavoro, quello resta. Per fortuna lavoro e alcune volte non ho neanche il tempo di promuovere quello che faccio. Mi è capitato di avere dei film in alcuni Festival dove io non sono potuto andare e c’erano ‘questi’ a farsi le foto. Quindi a me personalmente non tolgono nulla. Ho la mia visibilità, ho la mia stampa, non è quello il problema. Il problema è che questi fenomeni da baraccone sviliscono un posto sacro come Venezia. Un posto fatto di storia, di immagini, di rivoluzioni. E il nostro settore, la nostra categoria è silentemente complice perché siamo schiavi di quattro, cinque borsette del ca**o!“.

Anche Giorgia Soleri nel mirino

Non è tutto, perché l’attore palermitano ha avuto da ridire anche su Giorgia Soleri, senza fare nomi. Basta con questi moralismi. Ci sono anche molti colleghi che sento che dicono: ‘Però, forse quella che c’ha i peli sotto le ascelle, l’altra è depressa… può essere di conforto’. (Perché poi ogni mese ne hanno una, una volta è depressa, una volta c’ha la bulimia…) Ma conforto di cosa? Sono depresso, mi aiuta leggere che una defic***e vende scarpe su Instagram è depressa? Ma stiamo dando i numeri. La verità è che una ragazza di 15 anni oggi non vuole andare al conservatorio, ma vuole vendere creme su Instagram? E abbiamo preso per il cu*o per vent’anni, poveraccio, Giorgio Mastrota che vendeva pentole e materassi. Io penso che la nostra categoria debba reagire e forse un segnale può essere che i grandi autori non diano più i loro film a Venezia per un anno o due, basta. Andassero a Venezia soltanto i fenomeni da baraccone. E so benissimo che Venezia non è solo il Red Carpet, ma anche un mercato. Ma un mercato che così viene avvelenato da sta gente qui. Io penso che la nostra categoria debba farsi sentire” ha detto.

Alessio Vassallo contro chi mette in piazza vicende private

L’attore ha poi sottolineato di non apprezzare particolarmente coloro che, non avendo nulla da raccontare, mettono in piazza la vita privata. “Un’ultima precisazione: ‘fenomeno da baraccone’ non è un’offesa; è la descrizione di persone che non avendo nulla da raccontare, da dire, sono disposte a mettere alla berlina tutti: la propria famiglia, la madre, il padre, le malattie, i figli, pur di avere 5 minuti di notorietà. Ed è quello che succede al Grande Fratello, nei social. Spesso, se li senti quando fanno interviste, è una roba surreale, metti in mezzo tua madre o tuo padre che non c’è più, il fratello ammalato, questa roba qui. Io la trovo veramente deprimente. Questi sono i fenomeni da baracconi” ha concluso.

 

 

 

Valentina Sammarone
Valentina Sammarone
"Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. Il suo compito è additare ciò che è nascosto, dare testimonianza e, pertanto, essere molesto." (Horacio Verbitsky)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME