Campania, De Luca minaccia una nuova chiusura: le possibili restrizioni che il governatore ha in mente

0
Fonte: Wikipedia Commons

Nelle ultime settimane in Campania si sta assistendo ad una situazione stazionaria relativa alla pandemia da Coronavirus. Le precauzioni utilizzate in generale e le regole ferree del periodo natalizio sembrano dare i loro frutti.

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha però messo in allarme, ancora una volta, la popolazione. Il presidente è infatti preoccupato per gli ultimi assembramenti irresponsabili, con la minaccia di chiudere ancora una volta la Regione.

Tenetevi le mascherine anche quando dormite. Gli assembramenti sono irresponsabili, quello che ho visto nel weekend faceva paura. Più si riducono le restrizioni, più bisogna essere responsabili. E chi si toglie la mascherina non è un fenomeno, ma un imbecille fenomenale. Se continuiamo a fare gli squinternati, fra una settimana chiudiamo tutto”.

In caso di ulteriori comportamenti irresponsabili ed un aumento dei contagi, Vincenzo De Luca è pronto ad usare ancora una volta la linea dura.

Ma, quali potrebbero essere i provvedimenti del governatore campano? De Luca, come accaduto in passato, potrebbe emanare un’ordinanza restrittiva con il divieto di circolare tra Province diverse. Più severa potrebbe essere la decisione di rendere la Campania zona arancione, prevedendo quindi la chiusura di bar e ristoranti a cui sarebbe consentito solo l’asporto e il divieto di circolazione al di fuori del proprio Comune. Inoltre, considerando la scadenza del 15 febbraio del divieto di andare in un’altra Regione, De Luca potrebbe prorogare personalmente tale divieto, almeno fino a fine mese.