Cilento, impennata di contagi: un altro Comune rischia il lockdown

A Piaggine si sta pensando di adottare lo stesso metodo del comune di Laurino

0
Fonte: Wikipedia Commons. Licenza creative commons contrassegnata per essere riutilizzata.

In questi giorni, una nuova ondata di contagi si è abbattuta in Cilento, Campania. Il sindaco del comune di Laurino, Romano Gregorio, ha infatti firmato un’ordinanza che vieta spostamenti non ritenuti necessari e chiuse le attività. Un altro comune sta pensando di adottare lo stesso metodo.

ORDINANZA DEL SINDACO DI LAURINORomano Gregorio ha firmato un’ordinanza valida fino all’11 giugni, nella quale si illustrano le nuove norme anti-Covid, a causa dell’impennata di contagi. Il comune del Cilento dovrà rispettare le regole della zona rossa per far abbassare i casi.

Chiuse tutte le attività non necessarie, aperti solo alimentari, salute, edicole e tabaccai. Ripristinato il coprifuoco dalle 22 alle 5, scuole in didattica a distanza, bar aperti solo per l’asporto.

PIAGGINE PENSA AD UN NUOVO LOCKDOWN – Il comune di Piaggine sta pensando di adottare le stesse misure per evitare l’incremento di contagi. Da diversi giorni il sindaco Guglielmo Vairo ha fatto sapere che il comune ha registrato nuovi casi di Coronavirus.

“Sono stati comunicati 4 nuovi casi di positività al Covid-19. Ai 12 casi già diagnosticati nei giorni precedenti si aggiungono i contagi accertati dai tamponi molecolari effettuati nelle ultime ore. In totale si contano 16 contagi di persone residenti nel Comune di Piaggine. L’amministrazione sta valutando l’eventualità di adottare ulteriori misure restrittive per impedire la diffusione del contagio” ha fatto sapere il sindaco.