Conte-Agnelli è rottura: ecco quali sono le cause del duello a distanza

0
Antonio Conte, fonte Flickr
Antonio Conte, fonte Flickr

Agnelli attacca, Conte risponde. Continua la lite a distanza tra il presidente della Juventus e l’attuale tecnico del Chelsea. Agnelli in occasione dell’Assemblea degli azionisti del club non ha esitato a mandare una vera e propria frecciata all’allenatore: “Grazie a Massimiliano Allegri per la caparbietà nel portare avanti un lavoro che per altri sembrava fosse terminato. Ma il dogma della nostra società deve essere che il successo più bello sarà il prossimo. La sfida è il settimo scudetto e confermarci in Europa”. Pur non facendo il nome di Conte, Agnelli è stato chiaro e deciso, tanto che l’ex ct della Nazionale poco dopo con un post su Facebook ha risposto al patron bianconero: “Nella vita non si finisce mai di conoscere le persone… A volte basterebbe soltanto un minimo di riconoscenza. E di maturità”.

RAPPORTO COMPROMESSO- Tra i due i rapporti sono ormai compromessi, i motivi della rottura risalgono al 2014, anno dell’addio di Conte alla Juventus. Agnelli non gli ha mai perdonato il fatto di aver lasciato il club a stagione appena iniziata a causa di varie divergenze sul mercato. Conte aveva chiesto esplicitamente l’acquisto di Cuadrado, arrivato poi nel 2015 quando in panchina c’era Allegri. Sarebbe stato questo il principale motivo della rottura del tecnico con la società bianconera.