Coronavirus, rettifica delle farmacie di Napoli: “Non verranno regalati saturimetri”

Arriva la rettifica delle farmacie dopo la diffusione di alcune notizie ritenute errate

0
Logo Farmacia. Foto di Google contrassegnata per essere riutilizzata.

In questi giorni sono circolate delle notizie in merito a saturimetri gratis messi a disposizione per i cittadini dalle farmacie di Napoli. Il saturimetro è uno strumento molto semplice da usare che permette di valutare la saturazione di ossigeno. Tuttavia, il comune ha dovuto rettificare queste notizie diffuse poiché considerate false.

SATURIMETRI GRATIS NELLE FARMACIE – Alcune testate giornalistiche e blog hanno diffuso la notizia riguardante circa 30mila saturimetri messi a disposizione gratuitamente nelle farmacie, su tutto il territorio nazionale, a cittadini con patologie respiratorie o ai nuclei familiari al cui interno vi sia almeno una persona con problemi del genere.

Luca Richeldi, presidente della Società italiana di pneumologia Sip e componente del Comitato tecnico scientifico (Cts), spiega che quest’iniziativa nasce “dall’esigenza di far conoscere questo dispositivo, che serve a misurare il grado di ossigenazione del sangue e che può essere un alleato prezioso per prevenire le complicanze gravi da Covid. Dovrebbe essere presente nelle nostre case quasi come se fosse un secondo termometro ma purtroppo, invece, è ancora poco conosciuto”.

“Se il valore segnalato è sotto il 92% va avvertito subito il medico e si può rendere necessario il ricovero. Anche per il medico è più facile monitorare i pazienti. Inoltre, consigliamo ai pazienti Covid di monitorare le proprie condizioni con il saturimetro anche in assenza di problemi respiratori. Può infatti verificarsi una condizione di ipossia silente in cui l’ossigeno diminuisce nel sangue ma il paziente non se ne rende conto e quindi ritarda l’andata in ospedale. Il monitoraggio può evitare che ciò accada” aggiunge Richeldi.

RETTIFICA DEL COMUNE DI NAPOLI – Tuttavia, a quanto pare, non in tutte le farmacie saranno presenti i saturimetri che non verranno affatto “regalati” ai pazienti. Il Comune di Napoli, infatti, ha rettificato la notizia spiegando che solo alcune farmacie metteranno a disposizione tali strumenti. “Si precisa che le farmacie aderenti sull’intero territorio di Napoli e provincia sono soltanto 18, individuate cercando di coprire equamente le diverse zone dell’are metropolitana di Napoli, isole comprese. Dette farmacie parteciperanno alla seconda fase del progetto che – si badi – non consiste affatto nel ‘regalare’ saturimetri, ma in una presa in carico del paziente con patologie respiratorie, che sarà coadiuvato e supportato ad un corretto monitoraggio della propria saturazione di ossigeno ed i cui dati saranno inseriti in un apposito portale. Sono, dunque, da ritenersi imprecise le dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa, la cui parzialità rispetto all’intero progetto, ha fatto erroneamente ritenere che in tutte le farmacie verranno ‘regalati’ saturimetri si legge nella nota.